Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Salerno, sequestrata sala giochi abusiva


Salerno, sequestrata sala giochi abusiva
29/01/2011, 13:01

Nell’ambito dei servizi di polizia economia e finanziaria disposti dal Comando Provinciale di Salerno, i militari del locale Gruppo hanno individuato una sala giochi con insegna “POKER E SLOT“ che operava liberamente e con grande afflusso di persone, tra cui numerosi ragazzi, nella zona centrale di Salerno, in prossimità di edifici pubblici e scuole, sprovvista delle prescritte e necessarie autorizzazioni per l’attività esercitata; non solo, all’interno della stessa vi erano anche apparecchiature informatiche illegali per l’esercizio delle scommesse on-line.

Nel corso dell’attività, eseguita unitamente a funzionari dell’Ufficio Regionale dei Monopoli di Stato di Napoli, veniva appurato che all’interno dei locali della sala giochi veniva esercitata l’illecita attività di accettazione e raccolta del gioco on-line con vincita in danaro e venivano individuate postazioni informatiche di ultima generazione, con cui venivano effettuate le transazioni economiche ed inviate le scommesse.

La perquisizione dell’immobile consentiva, inoltre, di rinvenire copiosa documentazione extracontabile a comprova della palese violazione della normativa vigente nello specifico settore ed utile per l’utilizzo e le contestazioni ai fini fiscali.

Si è proceduto al sequestro di 6 postazioni telematiche utilizzate per l’attività illecita e bloccate tramite uno specifico sistema software sul sito www.puntogiocobet.it, con funzionalità equiparabile a quella dei cd. “TOTEM” , nonché al contestuale sequestro di tutti i locali ove veniva svolta l’illecita attività completamente senza autorizzazione.

Il titolare della sala giochi è stato denunciato all’A.G., tale G.R. di anni 60, che dovrà rispondere della violazione prevista dall’art. 4, comma 4 bis, della legge n. 401/89 e succ. mod. e integrazioni.

La copiosa documentazione extracontabile rinvenuta e sottoposta a sequestro è al vaglio delle Fiamme Gialle per un suo possibile utilizzo ai fini fiscali e recupero a tassazione dei proventi illeciti.

Continueranno nei prossimi giorni, congiuntamente a personale dell’A.A.M.S. di Napoli e Salerno, a conferma della continua e proficua collaborazione, ulteriori controlli nello specifico settore sul territorio della Provincia di Salerno.

Commenta Stampa
di redazione
Riproduzione riservata ©