Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Salerno, sequestrato centro scommesse illegali


Salerno, sequestrato centro scommesse illegali
05/05/2011, 12:05

I militari del Gruppo di Salerno, nell’ambito dei servizi di polizia economia e finanziaria disposti e coordinati dal Comando Provinciale di Salerno, mirati al contrasto del fenomeno dell’esercizio abusivo di raccolta di scommesse e gioco d’azzardo, hanno effettuato una serie di controlli nel capoluogo.

Le Fiamme Gialle, a seguito di un’accurata attività info-investigativa, hanno individuato, nel quartiere “Carmine”, un centro servizi all’interno del quale sono state rilevate 5 postazioni telematiche collegate a siti internet per la raccolta abusiva di scommesse sportive.
Nel corso dell’intervento è stata accertata l’illecita attività di accettazione e raccolta di scommesse su eventi sportivi nazionali ed internazionali. È stato appurato, infatti, che il centro in argomento altro non era che un luogo ove venivano raccolte, senza alcuna autorizzazione, giocate relative ad eventi nazionali ed esteri e dove venivano riscosse, poi, le relative vincite.
La perquisizione dell’esercizio ha consentito, inoltre, di rinvenire diverse ricevute attestanti le avvenute scommesse e le relative vincite, unitamente a documentazione varia comprovante la palese violazione della normativa vigente nello specifico settore, e ha permesso ai finanzieri di procedere al sequestro del locale e delle postazioni telematiche.
Al termine delle operazioni di polizia giudiziaria sono stati denunciati all’A.G. il titolare ed il gestore del centro per violazione all’art. 4, comma 1 e 4-bis, della legge n. 401/89 e successive modificazioni ed integrazioni.
Nella stessa giornata, i finanzieri, nel quartiere “Pastena”, hanno proceduto al sequestro - all’interno di un bar - di un totem, la cosiddetta “macchinetta mangiasoldi”.
Anche in questo caso il titolare dell’esercizio commerciale è stato deferito all’A.G. per violazione alla legge 401/89.
Le operazioni sono state eseguite unitamente a funzionari dell’Ufficio Regionale dei Monopoli di Stato di Napoli e della SIAE di Salerno.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©