Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Salerno Solidale; Festa della donna presso la Casa Albergo "Immacolata Concezione"


Salerno Solidale; Festa della donna presso la Casa Albergo 'Immacolata Concezione'
07/03/2012, 12:03

Un modo diverso per festeggiare l'8 Marzo. Salerno Solidale S.p.A. raccoglie le testimonianze delle donne ospiti della Casa Albergo “Immacolata Concezione”. Fra le tante testimonianze di vita, ci piace ricordare quella di Rosina P., anni 84:

“...da piccola avevo già la passione per i vestitini delle bambole. Mi piaceva, con vecchi ritagli di stoffa, ideare nuovi modelli, inventare una scollatura diversa, creare con la fantasia i vestiti nuovi per Pezza, la mia bambola preferita. La fantasia mi aiutava a dimenticare il dolore di aver perso mia madre a 18 mesi.
Ho lavorato tanto, poi da grande, in un negozio di confezioni tessili nel centro di Salerno. Le mie mani tutto il giorno erano indaffarate ad imbastire, tagliare e cucire. Ogni lavoro finito era per me un successo e, se presentava anche il più piccolo difetto, ero capace di scucire e ricominciare il lavoro per essere sicura che il cliente non avrebbe avuto di che lamentarsi. Il compenso a volte non era importante , se c'era bisogno si lavorava anche gratis.
No, non mi sono sposata, non ho avuto figli ma la mia vita è piena, intesa, la mia casa è sempre stata un via vai di amici, di persone che avevano bisogno di me, della mia “arte”.
Il mio più grande amore? I gatti! Mirko, Fuffy e Pepe sempre appollaiati sul davanzale della mia finestra di fianco al cestino del cotone. Quel cestino pieno di colori per me ha sempre rappresentato il più bel monile della casa.
Tutto il centro storico ha conosciuto il mio amore per gli animali e per tutti i vicini c'era sempre la caffettiera pronta sui fornelli. Quelli che venivano a trovarmi venivamo accolti sempre col sorriso e una tazzina di caffè.
Certo, con gli anni ho avuto bisogno di un po' di aiuto per me stessa e sono entrati a far parte della mia famiglia gli operatori di Salerno Solidale che mi hanno accompagnata per mano fino ad oggi che sono ospite della Casa Albergo “Immacolata Concezione”. Che fortuna che ho avuto a rimanere nel mio quartiere! … Anche qui sono arrivata con la mia macchina da cucire e subito ho trovato da lavorare: ora una piega alla gonna, ora un bottone da riattaccare... c'è sempre tanto da fare per me”.

Questa e tante altre sono le storie che le anziane ospiti della Casa Albergo portano con loro, ricordi di vite, sacrifici, amori e talvolta dolori.

Per festeggiare allegramente la ricorrenza della Festa della Donna , Salerno Solidale Spa organizza per l'otto marzo un pranzo, presso la Casa Albergo “Immacolata Concezione”, al quale prenderanno parte gli anziani ospiti della casa, quelli del Centro Diurno “Petraglia” e quelli dell'assistenza domiciliare.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©