Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Salerno‏, campagna di comunicazione "Anti Botti" della Questura


Salerno‏, campagna di comunicazione 'Anti Botti' della Questura
19/12/2010, 17:12

In occasione delle festività natalizie, l’Ufficio Relazioni Esterne per disposizione del Questore di Salerno, dottor Antonio De Iesu, anche quest’anno ha avviato una campagna informativa per dissuadere i più giovani dal pericoloso uso dei fuochi proibiti, ovvero dall’uso imprudente dei cosiddetti botti di fine anno. Molti sono stati gli istituti scolastici di Salerno, città e provincia, coinvolti nel piano di comunicazione, presso i quali sono stati previsti incontri di riflessione tra i ragazzi e l’artificiere della Polizia di Stato. Nel corso degli incontri è stato mostrato ai convenuti un breve video esemplificativo del rischio, seguito dal confronto interattivo con l’artificiere.
Venerdì scorso, il gruppo di lavoro della Polizia di Stato, impegnato in questa attività di educazione e prevenzione, è stato ospite dell’Istituto Comprensivo di Castel San Giorgio e ieri ha concluso i suoi interventi presso l’auditorium della Scuola Media di Baronissi con l’intervento del Sindaco di Baronissi. La Polizia di Stato, nell’augurare un felice Natale ed un sereno Anno Nuovo, offre 7 consigli per prevenire incidenti, lesioni ed ustioni legati all’uso sconsiderato dei fuochi d’artificio:
Premesso che i bambini con meno di 14 anni non possono acquistare alcun fuoco d’artificio: Non usare fuochi d’artificio di genere proibito (sono proibiti tutti quei prodotti privi di etichette e dunque che non riportano il nome della ditta fabbricante, né le istruzioni per l’uso, né la scadenza). Acquista solo fuochi consentiti e lascia che ad accenderli sia un adulto (papà o mamma). Usa i fuochi d’artificio all’aperto, lontano dalle persone e da materiali infiammabili. Non raccogliere i fuochi non esplosi che si trovano per strada: sono i più pericolosi perché difettosi e in più la miccia igroscopica rimasta esposta all’umidità è diventata super veloce. Non tentare di accendere i fuochi d’artificio che non si sono accesi al primo tentativo. Se non si accendono è indizio che sono difettosi e quindi pericolosi. Quando qualcuno usa i fuochi d’artificio tu riparati in un posto sicuro. Non fare esperimenti di nessun tipo. I fuochi d’artificio possono esplodere anche senza fiamma perché sono sensibili all’umidità, allo sfregamento e al calore.

Commenta Stampa
di Fabio Iacolare
Riproduzione riservata ©