Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Nessuno avrebbe sospettato di Costel

Salerno:Muratore uccide moglie e figlio di undici anni

La figlia non era in casa quella sera

Salerno:Muratore uccide moglie e figlio di undici anni
24/07/2011, 20:07

SALERNO - Un presentimento coltivato da tempo, un presunto tradimento della donna, una gelosia fuori dai limiti, queste le motivazioni che hanno spinto un uomo la scorsa sera ad uccidere la moglie e il figlioletto di 11 anni.
Costel Tudor, questo il nome dell’uomo rumeno, che da quattro anni si era trasferito con la famiglia nel Centro storico di Buccino, a sud di Salerno per trovare una stabilità economica. Dopo aver litigato furiosamente col moglie ha preso un grosso martello da lavoro e ha iniziato a colpire la moglie alla testa, massacrandole il cranio.
Nessuno avrebbe mai dubitato dell’affidabilità di quell’uomo tutto dedito al lavoro. Costel era un muratore e lavorava presso una ditta edile della zona. Li tutti lo conoscevano così: “Onesto lavoratore”, “Brava gente,mai uno screzio, mai nessuna lamentela. Si erano perfettamente integrati” questo il commento dei vicini.
E invece dietro quell’immagine una personalità labile. È bastato poco per far scattare l’ira di Tudor.
Era da tempo che sospettava che la moglie lo tradisse ma non aveva mai ottenuto le prove. La sera dell’omicidio l’uomo a girato a lungo per la cittadina, forse col la speranza di calmare la rabbia o forse per trovare conferme. Al suo rientro la lite con la moglie, non c’è stato nulla da fare, Carla Radu è morta in un lago di sangue. Ma la tragedia non è finita li, a perdere la vita anche il piccolo Raimond Ionit. L’uomo dopo il primo omicidio, lo ha afferrato per la gola e lo ha soffocato. Unica superstite la figlia di 15 anni che quella sera era uscita con le amiche.
Adesso Costel Tudor si trova nel carcere di Salerno accusato di duplice omicidio. Si aspettano, per le prossime ore, la disposizione degli esami autoptici.


Commenta Stampa
di Alessia Tritone
Riproduzione riservata ©