Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Editoriale molto aggressivo del direttore del Giornale

Sallusti contro i giudici: "Siete un nulla, pieni di odio contro di me"


Sallusti contro i giudici: 'Siete un nulla, pieni di odio contro di me'
24/10/2012, 11:22

MILANO - L'aveva annunciato ieri ed è stato di parola. Questa mattina il direttore del Giornale Alessandro Sallusti ha scritto un editoriale con cui si è scagliato con estrema violenza contro i giudici che l'hanno condannato. "Si legge (nella sentenza, ndr) che io avrei una «spiccata capacità a delinquere», mi paragona a un delinquente abituale. È una vera infamia, che non permetto neppure a un presidente di Cassazione, basata su odio ideologico e su una serie di menzogne", dice Sallusti. Che poi aggiunge: "Signori Grassi e Bevere (Presidente della Cassazione e Consigliere estensore della sentenza, ndr): avete abusato del vostro potere, la vostra sentenza è un'infamia per me e per i miei parenti. Non si gioca con la vita delle persone come se fossero cose nella vostra disponibilità senza pagare dazio. Le motivazioni della vostra sentenza sono delinquenziali, non il mio lavoro. Sono parole basate su falsi, montate per costruire teoremi che esistono solo nella vostra testa". Poi dice che nella sentenza ci sono molte cose false e che il fatto che lui abbia avuto sette condanne penali a pena pecuniaria in 35 anni non fanno di lui un criminale. E conclude, sempre riovolto ai giudici: "Delinquente, quindi, lo dite a qualcun altro. Non vi stimo, non vi rispetto, non per la condanna, ma per quelle vostre parole indegne. Vergognatevi di quello che avete fatto. [...] E adesso fate pure quello che credete, rispetto a me e alla mia storia siete un nulla".

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©