Cronaca / Giudiziaria

Commenta Stampa

Non c'è il tentativo di ricostituzione del Partito Fascista

Saluti fascisti al cimitero, il Pm chiede l'archiviazione


La foto della commemorazione del 29 aprile 2017 al cimitero Musocco.
La foto della commemorazione del 29 aprile 2017 al cimitero Musocco.
04/08/2017, 17:31

MILANO - La procura di Milano si appresta a chiedere l'archiviazione per i dieci indagati per i saluti fascisti al campo X del cimitero di Musocco a Milano, lo scorso 29 aprile. Come si ricorderà, per aggirare il divieto del sindaco di celebrare la morte di Mussolini (avvenuta il 28 aprile), gruppi di persone appartenenti a Casapond, Azione e Libertà e altri gruppi di estrema destra si ritrovarono in quel cimitero per la commemorazione. 

Ma secondo il Pm le bandiere e i saluti romani non sono indicatori della volontà di ricostituzione dle partito fascista, quindi tutti gli indagati vanno archiviati. Stessa sorte per l'accusa di manifestazione non autorizzata, in quanto non ci sono prove che qualcuno degli indagati abbia organizzato il raduno. Le motivazioni della Procura del resto sono chiare: "Affiora come esclusiva, se non predominante, una finalità meramente commemorativa. Cosicchè, deve ritenersi non integrata nelle condotte accertate quella pericolosità che la norma della legge Scelba mira a scongiurare del pericolo concreto di raccogliere adesioni ad un progetto di ricostituzione del disciolto partito fascista". Si vede che il Pm aspetta che prima organizzino un'altra marcia su Roma con camicia nera e fez...

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©