Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Giordano avrebbe ammesso di aver avuto rapporti sessuali

Saluzzo, sesso con allieve, prof dichiara: nessuna violenza


Saluzzo, sesso con allieve, prof dichiara: nessuna violenza
08/09/2013, 17:32

Valter Giordano, il professore di Saluzzo accusato di aver avuto rapporti sessuali con le sue allieve aveva la possibilità di ricorrere al Tribunale del riesame per tornare in libertà ma vi ha rinunciato per restare agli arresti domiciliari. La notizia è stata diffusa dai difensori del professore che, però, non hanno voluto commentare le ragioni della scelta, ma allo stesso tempo ritengono che ai domiciliari il loro assistito possa evitare l'assalto dei media.
Giordano avrebbe ammesso di aver avuto rapporti sessuali  con le sue studentesse precisando però che in nessun caso si potrebbe parlare di violenza in quanto erano tutti rapporti consenzienti.
E' questa, dunque, la linea difensiva seguita fin dal momento dell'arresto, in cui aveva chiesto di potersi curare, ammettendo di avere sbagliato e dicendosi pentito di quel che aveva fatto.
"Il nostro assistito ha risposto a tutte le domande, in modo sereno e collaborativo", hanno dichiarato i due avvocati. Al termine dell'interrogatorio Giordano era tornato nella comunità di recupero. Con il Riesame, i giudici avrebbero dovuto valutare, nei confronti del professore, le possibilità di ripetizione del reato, di pericolo di fuga e di inquinamento delle prove, così come i rischi connessi a un assalto mediatico nei suoi confronti, o alla possibilità di un contatto tra Giordano e le due giovani studentesse implicate nella vicenda.  Tutte ipotesi che, con questa decisione, vengono ora meno.
Valter Giordano, accusato di violenza sessuale con abuso di autorità, di detenzione di materiale pedopornografico e, inoltre, di istigazione al suicidio di un'altra studentessa del Soleri, morta suicida nel 2004 all’età di 15 anni, al momento dell’arresto ha subito avanzato la richiesta di potersi curare.  Le allievi del professore, così come molti dei loro compagni, hanno sempre preso le difese del professore, accusando le giovani studentesse di essere responsabili di quanto accaduto. Una delle ragazze che hanno avuto rapporti sessuali con Giordano ritornerà a scuola martedì prossimo per iniziare il nuovo anno scolastico ma è già stata convocata dalla preside per discutere di quanto accaduto. L’altra, invece, ha deciso di non frequentare più la scuola. Entrambe, in vista di un eventuale processo, hanno chiesto all’avvocato Francesca Violante di rappresentarle. 

Commenta Stampa
di Erika Noschese
Riproduzione riservata ©