Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Ma restano sospetti sulla cordata di nuovi proprietari

Salvato il San Raffaele, creditori riceveranno il 52%


Salvato il San Raffaele, creditori riceveranno il 52%
28/10/2011, 11:10

MILANO - L'ospedale San Raffaele non fallirà, almeno per ora. Il Tribunale Civile di Milano ha respinto l'istanza di fallimento presentato per l'ospedale una volta di proprietà di Don Verzè, accettando invece l'istanza di concordato. Che sarà una vera mazzata per i creditori, ai quali - se creditori ordinari - spetterà solo il 52% dei crediti vantati.
Restano tuttavia alcuni dubbi sulla cordata Ior-Malacalza (con la banca vaticana a finanziare il tutto) in particolare per quanto riguarda eventuali conflitti di interessi. Per questo sono stati nominati dal Tribunale tre commissari che dovranno innanzitutto verificare se è vera la denuncia di due consiglieri che poi si sono dimessi. E cioè che c'erano altre due offerte di acquisto per il San Raffaele, molto più convenienti di quella legata al Vaticano, ma sono state rifiutate per motivi mai specificati.
Resta la speranza che la decisione del concordato possa salvare almeno i 3800 dipendenti, dato che invece i creditori verranno pesantemente colpiti.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©