Cronaca / Sanità

Commenta Stampa

Accordo tra sindaci e Asl Na 3 sud

Salvo il centro di igiene mentale di Pompei


.

Salvo il centro di igiene mentale di Pompei
31/10/2009, 12:10

POMPEI - Dopo un lungo incontro tra i sindaci dei comuni vesuviani e l’Asl, ora è ufficiale.  Il centro di igiene mentale, sito in via Acquasalsa a Pompei, non chiuderà.
La svolta giunge direttamente dall’asl napoli 3 sud dopo un incontro che si è svolto in un clima molto sereno, caratterizzato da una fattiva collaborazione tra le parti che ha portato alla vittoria delle ragioni dei cittadini di cui i sindaci si sono fatti portavoce.
Dopo le proteste avanzate dai sindaci del comprensorio, l’Asl ha deciso di non trasferire più l’unità operativa a Torre del Greco, ma lasciare un presidio sul territorio pompeiano e crearne uno nuovo nel comune di Torre Annunziata, presso il vecchio ospedale civile.
La struttura sarà affiancata da un’altra unità operativa dunque, e non vedrà così spostare pazienti e staff medico nel centro di Torre del greco.
Centro, quello torrese, che già presenta numerosi problemi di sovrabbondanza ed è in condizioni fatiscenti da tempo. Pertanto la decisione dell’Asl è stata quella di salvare il centro pompeiano, che di fatto ricopre i comuni di Pompei, Torre annunziata, Trecase, Boscotrecase, Boscoreale e Sant’Antonio abate, ed affiancargli una struttura più vicina e nel cuore dell’area ricoperta.
Una vittoria per i primi cittadini dei comuni vesuviani, che hanno così scongiurato ulteriori problemi sanitari
.

Commenta Stampa
di Salvatore Formisano
Riproduzione riservata ©