Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

San Gennaro Vesuviano, sequestrata discarica abusiva di 11.000 mq


San Gennaro Vesuviano, sequestrata discarica abusiva di 11.000 mq
26/05/2011, 11:05

Particolarmente attenta è l’azione della Guardia di Finanza volta alla salvaguardia del territorio. Nell’ambito dell’attività di volo, finalizzata al controllo economico e finanziario, e al contrasto degli illeciti in materia ambientale, i finanzieri della Sezione Aerea di Napoli, hanno individuato nel comune di San Gennaro Vesuviano un area dove si stava consumando l’ennesimo illecito ambientale.

Mediante l’ indispensabile ausilio del mezzo aereo, utile ad individuare illeciti ambientali in zone poco accessibili o nascoste e a seguito di successivi sopralluoghi ed indagini presso gli organi amministrativi competenti, i militari della sezione aerea hanno individuato e circoscritto l’area incriminata. Il 24 maggio, i finanzieri della Sezione Aerea, validamente supportati da una pattuglia della Compagnia della Guardia di Finanza di Ottaviano, sono entrati nell’ area individuata per effettuare un controllo di polizia ambientale.

Nell’aerea, è stato trovato un impianto di tritovagliatura, idoneo a ridurre di volume i rifiuti stoccati, è stata riscontrata una vera e propria attività di gestione di rifiuti speciali non pericolosi provenienti dall’attività di demolizione di strade e di fabbricati.

L’intervento è stato determinante a porre termine ad una serie di attività illecite sanzionate dalle leggi in materia ambientale anche in considerazione che i rifiuti erano tenuti sul nudo terreno e senza alcun sistema di raccolta delle acque di piazzale in un area la cui originaria destinazione d’uso è agricolo.

Contestualmente al controllo di polizia ambientale i militari della Compagnia della Guardia di Finanza di Ottaviano riscontravano la presenza di un lavoratore in nero e pertanto avviavano un’attività di controllo in materia economico-fiscale e contributiva.

L’operazione si è conclusa con il sequestro dell’area per complessivi 11.000 mq circa, di un impianto di triturazione e vagliatura di rifiuti, di 50.000 mc di rifiuti derivanti dalla demolizioni di edifici, 2 autocarri, un’autocisterna ed un gruppo elettrogeno, con la denuncia all’Autorità Giudiziaria competente di un responsabile per la realizzazione di attività in contrasto con le norme sull’ambiente.

Questo ennesimo risultato di servizio dei finanzieri della Sezione Aerea di Napoli della Guardia di Finanza va ad aggiungersi ai numerosissimi analoghi risultati nel settore della tutela dell’ambiente, a conferma dell’attenzione riservata dal Corpo alla problematica, della professionalità dei militari, servizi conclusi non solo con la punizione dei responsabili ma con il recupero ambientale delle zone inquinate, a vantaggio della salute del cittadino

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©