Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

San Giorgio a Cremano, arrestato rapinatore seriale di studenti


San Giorgio a Cremano, arrestato rapinatore seriale di studenti
07/12/2009, 13:12


SAN GIORGIO A CREMANO - Negli ultimi mesi l’uomo si era reso protagonista di una serie di rapine ai danni di giovani studenti di San Giorgio a Cremano, rastrellando per lo più piccole somme di denaro e telefoni cellulari. Le indagini condotte dai poliziotti del locale Commissariato hanno consentito di dare un’identità al rapinatore che, nella tarda mattinata di sabato, è stato rintracciato in via Aldo Moro e sottoposto a Fermo di Polizia Giudiziaria, per i reati di rapina aggravata e tentata rapina ai danni di minori. Si tratta di Pasquale Di Dato, 32enne, meglio conosciuto come “Pascale a mezza Pacca, pluripregiudicato, fermato per una decina di rapine commesse nel’arco di due mesi ai danni di ragazzi di età compresa dai 14 ai 16anni. Le vittime designate erano giovani studenti, infatti quasi tutte le rapine venivano commesse quando i ragazzi si recavano o uscivano da scuola. L’uomo, facendo intendere essere armato, avvicinava i ragazzi e dopo averli strattonati con minaccia di accoltellarli si faceva consegnare pochi spiccioli, nell’ordine di cinque e dieci euro, e i vari telefoni cellulari. Dalle denunce presentate alla Polizia, emergeva sempre lo stesso modus operandi e caratteristiche somatiche particolari: occhi azzurri e capelli biondi. I poliziotti, nel corso di uno specifico servizio effettuato nella giornata di sabato in via Aldo Moro, hanno individuato un uomo che pedinava già da un po’ tre ragazzini con zaini al seguito. A quel punto, precludendogli ogni possibilità di fuga, gli agenti sono intervenuti, bloccandolo nella centralissima via Aldo Moro. Di Dato, nel corso dell’individuazione delegata, è stato riconosciuto, senza ombra di dubbio dalle vittime, convocate in ufficio. Di Dato, è stato accompagnato al carcere di Poggioreale, proseguono le indagini della Polizia per valutare se attribuire al medesimo altre rapine similari verificatesi nei giorni scorsi.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©