Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

San Giovanni a Teduccio, arrestati mentre spacciavano cocaina


San Giovanni a Teduccio, arrestati mentre spacciavano cocaina
14/06/2012, 14:06

Ieri sera, gli agenti del Commissariato di Polizia San Giovanni Barra, hanno arrestato i pregiudicati napoletani A.S., 24enne e D.R.18enne, per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente in concorso tra loro.

I poliziotti di San Giovanni sospettavano già da tempo che il 24enne, personaggio a loro ben noto per i suoi precedenti, avesse avviato una fiorente attività di spaccio di sostanze stupefacenti nella zona di Largo Tartarone. Ieri pomeriggio, si sono pertanto posizionati nella zona in modo da non essere notati ma di poter osservare qualsiasi insolita attività.

Sono bastati infatti pochi minuti per poter vedere i due pregiudicati spacciare sostanza stupefacente. I loro movimenti e lo scambio di piccoli contenitori con persone appositamente venute sul posto, non davano adito ad interpretazioni equivoche. Dopo qualche scambio è stato fermato un acquirente che in seguito a perquisizione personale è stato trovato in possesso di una classica bombetta, monodose di cocaina.

A questo punto, sicuri di trovarsi di fronte ad una vera e propria piazza di spaccio, i poliziotti sono pertanto intervenuti ed hanno fermato i due sospetti spacciatori.

Entrambi sono stati quindi sottoposti a perquisizione personale. Il 24enne è stato trovato in possesso di 55 euro, sicuro provento dello spaccio e di un involucro termosaldato, nascosto in un calzino, contenente a sua volta 10 dosi di cocaina. il 18enne, pur avendo partecipato attivamente allo spaccio, non è stato trovato in possesso di nulla.

I due complici sono stati quindi condotti presso gli uffici del Commissariato dove sono stati sottoposti ad individuazione di persona e riconosciuti dall’acquirente come coloro, che poco prima, gli avevano venduto la cocaina.

I due sono stati pertanto arrestati e condotti a Poggioreale. La sostanza stupefacente, circa 3 grammi di cocaina, è stata invece sequestrata.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©