Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

San Leucio del Sannio(Bn), Ripristinare e mettere in sicurezza l’area “Macello Comunale”


San Leucio del Sannio(Bn), Ripristinare e mettere in sicurezza l’area  “Macello Comunale”
21/03/2011, 14:03

“Ripristinare e mettere in sicurezza l’area denominata “Macello Comunale”. Questo è il progetto, a firma dell’ Assessore all’ambiente del Comune di San Leucio del Sannio(Bn) Francesco Rosa, approvato con delibera n.4 alcuni giorni or sono dalla Giunta comunale.

Dopo decenni di incuria, l’Amministrazione mette parola fine agli sversamenti abusivi di rifiuti ed i relativi problemi di carattere igienico-sanitario, in un’area, ora completamente abbandonata, che sarà completamente recuperata e valorizzata, nel rispetto delle normative ambientali. Questo è il primo passo per la riqualificazione di un sito pubblico per troppi anni abbandonato al suo destino.

"Nonostante le condizioni strutturali del bilancio comunale e la quantità notevole di rifiuti da destinare ad attività di smaltimento e recupero, l’amministrazione comunale, nel rispetto dell’impegno preso con gli elettori durante le elezioni amministrative del giugno 2009 e in considerazione degli innumerevoli inconvenienti igienico sanitari sopportati dai residenti nella località Parrilli, intende mantenere fede a quanto promesso”. Pertanto l’Assessore delegato ha predisposto una programmazione per l’intero intervento e una sistemazione definitiva dell’immobile comunale.".
 
“Infatti la programmazione futura della nostra amministrazione, - spiega l’ass. Francesco Rosa - con la richiesta di importanti finanziamenti regionali dovrebbe consentire una riutilizzazione dell’immobile per tutta la nostra comunità. L’intervento programmato, oltre ad essere improrogabile per il rispetto delle normative ambientali è propedeutico a qualsiasi tipo di progettazione e destinazione futura. Nel dettaglio l’oggetto della delibera tende a raggiungere due obbiettivi. La rimozione completa dei rifiuti con destinazione nella stragrande maggioranza dei casi, ad impianti di recupero, con una riduzione sensibile dei costi dell’intero intervento. La possibilità di destinare, l’intera struttura con un modesto intervento di manutenzione ad attività sociale, culturale e sportiva. Mi auguro che all’interno della maggioranza amministrativa non si creino ostacoli alla realizzazione della programmazione di Giunta per il raggiungimento degli obbiettivi ambientali previsti. Nel corso delle prossime settimane, in occasione delle discussione relative alla stesura del bilancio comunale, l’intera maggioranza si deve far carico delle priorità del territorio. Tutto questo sarà realizzabile anche in virtù del contenimento dei costi relativi al servizio di raccolta differenziata dei rifiuti ormai stabilizzatesi su percentuali mensili superiori al 50%. In parallelo alla risoluzione di questa problematica annosa che ha visto attraversare le amministrazioni Furno e Iannace, è fermo impegno dell’Assessorato all’Ambiente rimuovere le problematiche ambientali di contrada Iodice in modo definitivo e sensibilizzare ulteriormente i cittadini nella corretta attività di separazione e conferimenti dei rifiuti solidi urbani. Mi auguro inoltre che le recenti problematiche del sito di stoccaggio provinciale ( discarica di Sant’Arcangelo Trimonte ) non vanifichino gli sforzi compiuti ad oggi dalla nostra e dalle altre amministrazioni locali Sannite. L’Assessore inoltre dichiara che qualsiasi ostacolo che dovesse frapporsi della realizzazione di questo intervento sarà immediatamente denunciato onde evitare che orticelli particolareggiati possano avere il predominio sull’interesse pubblico. Sarà mio auspicio, al più presto, il coinvolgimento dell’intero Consiglio Comunale con l’introduzione di un punto specifico all’interno della prossime Assise Consiliare. Parallelamente dedicheremo una o più giornate alla presentazione e discussione dell’ambiziosa attività posta in essere per la definitiva risoluzione delle annose problematiche. Negli stessi incontri daremo una corretta e continua informazione a tutta la comunità relativa alla corretta gestione dei rifiuti solidi urbani per impedire il riverificarsi di situazioni ingestibili causate dalla scorretta gestione dei rifiuti prodotti dai nostri cittadini e dalle imprese presenti sul territorio.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©