Cronaca / Sangue

Commenta Stampa

La vittima colpita alle gambe, si ipotizza una 'punizione'

Sangue a Napoli, 34enne ammazzato in strada dai sicari


Sangue a Napoli, 34enne ammazzato in strada dai sicari
03/09/2009, 23:09

Lo hanno seguito, fin quando non sono stati certi di averlo nel mirino. Poi hanno premuto il grilletto, più volte. Quando lo hanno visto accasciarsi, ormai morente, con una poderosa accelerata si sono dati alla fuga, lasciandosi ingoiare dai vicoli del quartiere. Così è morto Franco Bottiglieri, 34 anni, ucciso questa sera a Napoli nell’ennesimo agguato dal sapore di camorra. Il trentaquattrenne è stato raggiunto dai sicari in piazza Crocelle, nel quartiere San Giovanni a Teduccio, alla periferia orientale di Napoli. Sul posto pochi minuti dopo sono giunti i sanitari del 118, che hanno caricato la vittima in ambulanza e sono ripartiti a sirene spiegate alla volta dell’ospedale Loreto Mare; Bottiglieri è spirato poco dopo il suo arrivo al pronto soccorso.  Intanto, in via Crocelle, sono arrivate alcune pattuglie della polizia che si stanno occupando di ricostruire l’esatta dinamica; in corso i rilievi da parte della polizia scientifica.
Stando a quanto si apprende, i sicari hanno mirato alle gambe di Bottiglieri, circostanza che farebbe pensare che l’agguato avrebbe dovuto concludersi con una ‘punizione’ e non con un omicidio; una delle pallottole, però, lo avrebbe raggiunto all’arteria femorale causando l’emorragia che poi lo ha ucciso. Gli investigatori stanno ricostruendo le sue ultime ore di vita alla ricerca del movente e degli assassini.

Commenta Stampa
di Nico Falco
Riproduzione riservata ©