Cronaca / Sangue

Commenta Stampa

La svolta nelle indagini potrebbe arrivare dai testimoni

Sangue nel Napoletano, 31enne ucciso in un agguato


.

Sangue nel Napoletano, 31enne ucciso in un agguato
02/02/2010, 21:02

NAPOLI – Si spara ancora nella periferia napoletana, dove il sangue da qualche tempo ha ricominciato a scorrere a fiumi. L’ultimo agguato risale a poche ore fa. E’ successo in via Circonvallazione Esterna, a Casavatore, all’altezza del civico 147. La vittima si chiama Gianluca Cimminiello: è stata raggiunta dai sicari all’esterno del suo negozio.

Mancavano pochi minuti alle 20.00 quando i sicari, probabilmente in due, sono entrati in azione. Hanno raggiunto l’obiettivo nel negozio Zendark, un centro di tatuaggi. Gianluca Cimminiello era il titolare. Con una scusa lo hanno attirato verso l’esterno. Non appena è uscito in strada, gli hanno sparato. Proiettili esplosi da vicino, che non hanno mancato il bersaglio. Lo hanno centrato al basso ventre. Poi la fuga, confondendosi nel traffico dell’orario di punta, mescolandosi tra le vetture in sosta, fino a lasciarsi ingoiare da qualche strada secondaria di Casavatore. L’uomo è stato trovato all’interno del negozio, dove probabilmente aveva cercato di rientrare per chiamare aiuto. Le ferite, però, erano troppo gravi.

Cimminiello, 31 anni, un precedente per droga risalente a quindici anni fa, non risulta legato alla criminalità organizzata. Sull’accaduto indagano i carabinieri, che stanno scandagliando il passato del giovane alla ricerca di un movente, con la speranza di stringere presto il cerchio intorno ai colpevoli. Le modalità dell’agguato fanno chiaramente pensare ad un omicidio di stampo camorristico, anche se Cimminiello non risulta organico a nessun clan. Allo stato attuale, nessuna pista è esclusa; presa in considerazione, anche se poco verosimile, l’ipotesi che a sfociare nell’omicidio sia stato un tentativo di rapina.

Una importante svolta nelle indagini potrebbe arrivare dalle due persone che hanno visto da vicino l'esecuzione. Quando i sicari hanno colpito, all'interno del negozio di tatuaggi si trovavano la fidanzata di Cimminiello (si sarebbero sposati tra pochissimi giorni) ed un collaboratore. Proprio da loro potrebbero arrivare preziose informazioni.

Commenta Stampa
di Nico Falco
Riproduzione riservata ©