Cronaca / Sanità

Commenta Stampa

Errani: "Tagli insostenibili"

Sanità: 30mld in meno per le Regioni tra 2012 e 2015

"Serio rischio per i servizi fondamentali del cittadino"

Sanità: 30mld in meno per le Regioni tra 2012 e 2015
19/12/2012, 17:26

ROMA – “Con questi tagli il Servizio Sanitario Nazionale non è sostenibile: l’ammontare complessivo dei tagli effettuati dalle manovre e dagli interventi finanziari negli ultimi anni ammonta, per il periodo 2012-2015, a poco meno di 30 miliardi. Un quadro - ha continuato Errani - che mette in serio rischio servizi fondamentali per i cittadini”. Lo dice in una nota il presidente della Conferenza delle Regioni Vasco Errani. “Questo scenario - continua Errani - la Conferenza delle Regioni lo ha illustrato e ribadito in tutte le sedi istituzionali, in modo unanime. Ora il Governo e il Parlamento nella discussione relativa alla Legge di Stabilità hanno la possibilità di attenuare il quadro relativo al 2013, evitando il taglio di 600 milioni. La situazione che stiamo vivendo registrerebbe, per la prima volta nella storia, un decremento del Fondo Sanitario Nazionale 2013 di circa un miliardo. Senza considerare che questa situazione si aggraverebbe nel biennio 2014-2015, mantenendo lo stesso Fondo inferiore al livello del 2012”. Per Errani “occorre da parte di tutti responsabilità ed impegno per assicurare la tutela del diritto alla salute che è e resta uno dei fondamentali principi costituzionali. Solo così è possibile consentire, come è indispensabile, la ridefinizione del nuovo Patto per la Salute. Diversamente non ci sarebbero le condizioni”. 

Commenta Stampa
di Valerio Esca
Riproduzione riservata ©