Cronaca / Sanità

Commenta Stampa

Sanità: E. Russo, non penalizzare specialisti ambulatoriali


Sanità: E. Russo, non penalizzare specialisti ambulatoriali
09/04/2010, 14:04


NAPOLI - "La situazione grave dei conti della sanità campana non deve far propendere per un taglio indiscriminato e selvaggio ai posti di lavoro, che nel caso degli specialisti di medicina ambulatoriale finirebbe per compromettere irrimediabilmente i livelli di assistenza al cittadino". A dichiararlo è Ermanno Russo, consigliere regionale del Popolo della Libertà e presidente della commissione speciale di controllo sulle Politiche giovanili, disagio sociale ed occupazione. Di qui l'esponente Pdl spiega: "Voler stigmatizzare il disagio degli specialisti ambulatoriali, penalizzati da un decreto del commissario ad acta che impedisce loro il diritto a godere di un contratto a tempo indeterminato e blocca di fatto il rinnovo per i rapporti di lavoro a termine, vuol dire soprattutto porre l'accento su prestazioni e servizi essenziali in ospedali e presidi del territorio che, da domani, potrebbero non esserci più. Si tratta di professionalità indispensabili, il cui apporto in termini di assistenza sanitaria è enorme ed irrinunciabile". "Il presidente dell'Ordine dei Medici di Napoli, Gabriele Peperoni, e i sindacati impegnati in questa battaglia di democrazia e civiltà hanno il mio pieno sostegno, di medico ed amministratore regionale. Dobbiamo stare molto attenti a che un'emergenza che per ora è soltanto contabile, come quella sanitaria, non diventi per questo settore anche un grave problema occupazionale". "Il disagio dei medici specialisti è sotto gli occhi di tutti, acuirlo non giova a nessuno. Soprattutto, non giova ai cittadini. Mi auguro che il buon senso possa prevalere - conclude Ermanno Russo - e che il decreto non peggiori nelle prossime ore la già allarmante situazione sanitaria della Campania".

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©