Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Protesta alla Regione dei cittadini torresi

Sanità: il Maresca di Torre del Greco non deve chiudere


.

Sanità: il Maresca di Torre del Greco non deve chiudere
20/09/2010, 16:09

NAPOLI - Cittadini di Torre del Greco disperati e pieni di rabbia, quelli che questa mattina hanno protestato contro la chiusura dell’ospedale Maresca, presso la sede della Regione Campania a Napoli.
Lanciato l'allarme in merito all'ospedale Maresca. La paventata chiusura di quattro reparti all'interno del nosocomio di Torre del Greco (Ginecologia, Ostetricia, Neonatologia e Pediatria) ha portato i cittadini questa mattina in piazza.
Il Maresca verrà sostituito dall´ospedale di Boscotrecase. «Un presidio incompleto - dice l´assessore e pediatra Olga Sessa, che con il sindaco Ciro Borriello e il presidente del Consiglio comunale Michele Polese si è battuta per lasciare a Torre l´emergenza - Il 15 sgombera la Cardiologia, il 30 Ostetricia e Ginecologia con annessi Nido e Pediatria Mentre l´ospedale di Boscotrecase di II livello per urgenza ed emergenza, è collocato in una zona senza viabilità. Dalle interviste ai cittadini è emerso che l’ospedale è un punto d’eccellenza della cittadina vesuviana, dove delle grandi professionalità sono a disposizione non solo dei cittadini torresi ma anche di tutt’Italia. Molti abitanti hanno precisato che in molte occasioni un pronto soccorso vicino scongiura delle tragedie e sicuramente l’ospedale di Boscotrecase non è facilmente raggiungibile da Torre, presenti questa mattina molte mamme con testimonianze dirette “ a volte 5 minuti salvano la vita, senza il Maresca oggi eravamo costrette a piangere i nostri figli”.

Commenta Stampa
di Nando Cirella
Riproduzione riservata ©