Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Sanità, Palagiano (IDV): "governo ignavo: fondi regionali per PMA utilizzati poco e male"


Sanità, Palagiano (IDV): 'governo ignavo: fondi regionali per PMA utilizzati poco e male'
27/06/2012, 17:06

“Le donne campane continueranno ad essere costrette a migrare al Nord per poter usufruire delle tecniche di procreazione medicalmente assistita, a causa dell’inerzia della Regione Campania e di un Governo infingardo”.
Ad affermarlo, e’ l’on. Antonio Palagiano (Idv), responsabile nazionale del dipartimento Sanita’ dell´Italia dei Valori, dopo la risposta del Ministero della Salute ad una interrogazione relativa alla gestione dei fondi per la Pma in Campania.
“Trovo inaccettabile che alcune regioni italiane utilizzino in maniera inopportuna o, peggio, non utilizzino affatto, i fondi che lo Stato eroga, in base all’articolo 18 della legge 40 del 2004, per garantire l’accesso alle tecniche di Pma in maniera omogenea su tutto il territorio nazionale. Per questo ho chiesto al Ministro Balduzzi la verifica dei risultati ottenuti attraverso tali importanti ed ingenti investimenti, ma la risposta mi ha lasciato totalmente insoddisfatto poiche’ si limita a fotografare la realta’ senza prevedere, neanche a lungo termine, una possibile soluzione. La Regione Campania -prosegue l’on. Palagiano- ha ufficialmente impiegato solo i finanziamenti relativi agli anni 2004-2005, poi piu’ nulla, pur continuando a percepire circa 700mila euro l’anno per il potenziamento della rete di procreazione medicalmente assistita. Denaro che, allo stato attuale, risulterebbe ancora nelle casse regionali”.
“Di fronte a questa vergognosa situazione, a pagare, economicamente ed emotivamente, saranno soltanto le coppie campane: oltre il 40% dei cicli di Pma effettuati in strutture del Nord Italia, sono stati destinati a donne del Sud Italia, provenienti prevalentemente dalla Campania. Ma quello campano potrebbe non essere l’unico caso, specie se si guarda al grande tasso di migrazione interregionale riscontrato sul fronte della Pma nel nostro Paese. Percio’ -conclude l’on.
Palagiano- credo che il Governo non possa ignorare questa annosa e grave situazione e che abbia il preciso dovere di vigilare ed operare affinche’ il diritto alla salute sia garantito a tutte le donne italiane, da qualunque regione esse provengano”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©