Cronaca / Sanità

Commenta Stampa

Sanità Sicilia: Scavone estraneo a vicenda Pta Giarre

Lo afferma l’Avvocato Galati

Sanità Sicilia: Scavone estraneo a vicenda Pta Giarre
25/10/2012, 11:28

Catania - Sono quattro i rinvii a giudizio per abuso di ufficio e truffa nell'ambito dell'inchiesta sulla procedura amministrativa che aveva portato, a Catania, all'affidamento senza gara dell'appalto per l'informatizzazione del Presidio territoriale di assistenza (Pta) di Giarre, assegnato alla Solsamb srl, società guidata da Melchiorre Fidelbo, marito di Anna Finocchiaro, presidente dei senatori del Pd. Oltre a Fidelbo, ci sono anche il manager l'ex direttore amministrativo dell'Azienda sanitaria provinciale di Catania Giuseppe Calaciura, il direttore amministrativo dell'Asp Giovanni Puglisi e il manager dell'Asp etnea Antonio Scavone.

Il legale di Antonio Scavone, l'avvocato Carlo Galati. ha affermato perentoriamente la totale estraneità del suo assistito: “Scavone è estraneo alla vicenda, ciò è documentalmente provato che lo è. Spero che il dibattimento chiarisca inequivocabilmente quanto abbiamo già dimostrato perche è tutta documentazione cartacea prodotta al gip che attesta la linearità del comportamento del dottore Scavone".

Il procuratore Michelangelo Patanè ed il sostituto Alessandro La Rosa avevano firmato avvisi di chiusura delle indagini preliminari, notificati dalla guardia di finanza.

Oggetto dell'inchiesta, la stipula della delibera 1719 che autorizzava l'Asp di Catania a stipulare una convenzione con  la Solsamb per il Pta di Giarre che, secondo l'accusa, sarebbe stata redatta “senza previo espletamento di una procedura ad evidenza pubblica e comunque in violazione del divieto di affidare incarichi di consulenza esterna”, come spetterebbe secondo la normativa regionale.

Commenta Stampa
di Rosa Alvino
Riproduzione riservata ©