Cronaca / Sanità

Commenta Stampa

Una dottoressa ha scambiato i vaccini per errore

Sanità: vaccino contro HPV iniettato a neonato di 5 mesi


Sanità: vaccino contro HPV iniettato a neonato di 5 mesi
11/09/2010, 18:09

PADOVA - Due siringhe scambiate, lo sguardo sconvolto di una dottoressa, un bambino di cinque mesi che dovrà essere monitorato per un mese. Questo il resoconto di una vicenda che sta facendo passare giorni di tensione ad una coppia di Padova, i genitori di un piccolo di cinque mesi.
Mercoledì scorso la madre aveva portato i suoi due figli, una bambina di 11 anni e il fratellino di cinque mesi, al distretto sanitario di Limena, nel padovano, per farli vaccinare. Alla bambina doveva essere iniettato il vaccino contro il papilloma virus (HPV) responsabile del tumore al collo dell'utero, mentre il piccolo doveva essere vaccinato contro la poliomelite e la difterite. Ma le cose non sono andate così. Le siringhe sono state scambiate per errore e il farmaco contro il tumore all'utero è stato iniettato al neonato. I genitori, in attesa della risposta del centro immunologico al quale si sono rivolti, sono ancora preoccupati per eventuali effetti collaterali che si potrebbero manifestare in futuro. Il vaccino contro il papilloma virus, che generalmente è un vaccino sintetico realizzato in laboratorio ricostruendo la proteina che genera il virus, non era mai stato iniettato ai maschi, nè, tantomeno, ai neonati. Il piccolo adesso sembra stare bene, ma dovrà essere monitorato per un mese.

Commenta Stampa
di Vanessa Ioannou
Riproduzione riservata ©