Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Sannino, Seg. Gen. FILLEA-CGIL Campania: “Nuove iniziative da mettere in campo su vicenda Eternit”


Sannino, Seg. Gen. FILLEA-CGIL Campania: “Nuove iniziative da mettere in campo su vicenda Eternit”
22/02/2012, 09:02

“A sette giorni dalla lettura della sentenza al Processo di Torino, si e' svolto ieri pomeriggio l'incontro con i lavoratori superstiti della Eternit di Bagnoli e i familiari delle vittime della fabbrica della morte. L'incontro era stato convocato per fare le prime valutazioni su quanto accaduto il 13 febbraio e condividere le prossime iniziative legali e sindacali da mettere in campo”. E’ quanto si legge in una nota diffusa dal segretario generale della Fillea Cgil Campania, Giovanni Sannino.
All'assemblea che ha visto una rilevante partecipazione, era presente Massimo Di Celmo legale della Consulta Giuridica della CGIL che con il suo studio ha assistito le 447 parti lese e costituite, il Prof. Massimo Menegozzo consulente del PM Guariniello, Giovanni Sannino Segretario Regionale Fillea CGIL e Paolo Giugliano Presidente dell'Associazione "Mai Piu' Amianto".
L'assemblea ha confermato e condiviso il giudizio e la posizione espresse per una sentenza esemplare e storica a cui Bagnoli ha dato il suo contributo in tanti anni di battaglie e di mobilitazione.
Al tempo stesso ha ribadito le profonde perplessita', miste a forte ma dignitosa amarezza, per la decisione di ritenere prescritti i reati per Bagnoli (e Rubiera) escludendo i protagonisti della drammatica storia dal risarcimento materiale.
“Sono stati sottolineati – conclude Sannino - i caratteri di vera e propria ingiustizia che vanno ben al di la del mancato riconoscimento economico. E con questo spirito che sono state accolte le prime informazioni su questo punto della sentenza in attesa della lettura delle motivazioni che verranno depositate nelle prossime settimane, la decisione di recuperare tutti gli elementi per ricorrere in appello, e i proponimenti di coinvolgere nelle iniziative prossime le istituzioni e gli enti, i mezzi d'informazione, le forze democratiche”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©