Cronaca / Giudiziaria

Commenta Stampa

Sannio-gate, perquisiti gli uffici del “super-testimone” -video



Sannio-gate, perquisiti gli uffici del “super-testimone” -video
14/02/2014, 10:17

Non si ferma l'attività investigativa, da parte della Procura, sul Sannio-gate. Ovvero, sulla gestione della sanità beneventana che ha portato alle dimissioni dell'ex ministro delle Politiche agricole Nunzia De Girolamo. La guardia di finanza, ancora ieri, ha perquisito gli uffici dell'ex manager Asl Arnaldo Falato. Il cui nome compare, secondo alcune indiscrezioni, nel voluminoso dossier difensivo che il dg dell'azienda sanitaria locale, Michele Rossi, ha consegnato nei giorni scorsi in Procura. Falato è indagato in relazione ad alcune vicende amministrative – lui è stato dirigente del settore organizzazione aziendale e budgeting – emerse a latere del più ampio procedimento a carico di Felice Pisapia, l'ex direttore amministrativo che registrò di nascosto alcune riunioni a casa della De Girolamo nel 2012. Riunioni su cui i pm stanno indagando in relazione, soprattutto, alle modalità di assegnazione di incarichi e appalti. Negli uffici di Falato, i finanzieri hanno controllato non solo la documentazione a firma del manager, ma anche i suoi pc e i supporti informatici. Inizialmente, Falato era tra i “testimoni chiave” dell'indagine sul direttorio politico-partitico che, secondo il gip Flavio Cusani, avrebbe governato l'Asl. Andando avanti con gli accertamenti, i pm hanno però deciso di iscrivere il nome dell'ex manager nel registro degli indagati in relazione ad alcune vicende di gestione aziendale tutt'altro che chiare. Sulle quali si è poi soffermato lo stesso direttore generale Michele Rossi, pure lui indagato, nella sua denuncia. Le indagini, comunque, continuano a ritmo incessante e proseguiranno oltre che con perquisizioni e richieste di esibizione atti anche con interrogatori con pm e polizia giudiziaria.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©