Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Sanremo: contestazioni in galleria da lavoratori Napoli

Fazio chiude prima serata, disoccupati in questura

Sanremo: contestazioni in galleria da lavoratori Napoli
19/02/2014, 10:29

SANREMO - La prima serata del Festival di Sanremo apre con contestazioni da parte di disoccupati napoletani. Due persone in galleria all'inizio del Festival hanno minacciato di buttarsi giù chiedendo che venisse letta una loro lettera alla istituzioni. ''Sono lavoratori di Pompei, Napoli e Caserta - ha spiegato Fabio Fazio quando, dopo alcuni momenti di grande concitazione, è tornata la calma - che hanno problemi di lavoro e reclamano il diritto alla loro dignità. Non c'è niente di piu' importante di questo''.
Secondo quanto si apprende a Napoli, sono lavoratori del Consorzio Unico di bacino delle province di Napoli e Caserta (Cub), soggetto pubblico che si occupa di gestione del ciclo integrato dei rifiuti. I lavoratori del Cub, che da molti mesi sono senza stipendio, in passato hanno dato vita a varie iniziative di protesta, talvolta anche clamorose, salendo su tetti o gru o bloccando l'accesso a impianti di trattamento di rifiuti, sempre con l'obiettivo di richiamare l'attenzione sulla loro condizione.
Cominciata in salita, si chiude tra gli applausi la prima serata del Festival. E salutando ospiti e pubblico Fabio Fazio torna all'episodio dei due disoccupati campani: ''I lavoratori stanno bene - assicura - sono stati portati in questura per la necessaria identificazione, domani sapremo di più''.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©