Cronaca / Curiosità

Commenta Stampa

Il comico su Facebook: "Gianni, ignorante di musica..."

Sanremo e veleni: Iacchetti manda a quel paese Morandi


Sanremo e veleni: Iacchetti manda a quel paese Morandi
15/01/2012, 18:01

Un vaffa che nessuno si aspettava. O forse sì, per qualcuno non sarebbe nemmeno una novità. Perché il vaffa in questione è stato il comico Enzo Iacchetti a lanciarlo all’amico (anzi, ex amico) Gianni Morandi, futuro conduttore del Festival di Sanremo. Il "mezzobusto" di Striscia la Notizia manda a quel paese il cantante romagnolo. Non il primo del "signor Enzino". Qualche mese fa, attraverso un cliccatissimo  video su Facebook, si scagliò contro la Casta parlamentare, ed in molti lo assursero a paladino della giustizia. Ora tocca alla kermessa canora italiana e al suo comitato.
A scatenare le ire di Iacchetti l'annuncio dei Big che calcheranno il palco dell’Ariston, che arriva a poche ore da quello di alcuni dei giovani in gara scelti grazie all'iniziativa Sanremo Social. Una selezione al vetriolo: quattro giovani artisti, infatti, hanno presentato un ricorso al Tar del Lazio giudicando "discriminatori" i criteri di selezione (al centro del contenzioso c'è l'età imposta dal regolamento ai partecipanti). A fargli eco Enzo Iacchetti, l'attore comico co-conduttore storico di Striscia la notizia, che ha appunto usato parole a dir poco pesanti nei confronti di Morandi definendo tutta l'iniziativa (detta "social" perché i ragazzi hanno mandato le loro proposte su una pagina Facebook-Rai dedicata, e sono stati votati sul web) "una porcata" e mandando” affan…” il cantante con un messaggio sul proprio profilo Facebook accusandolo di non capire niente di musica e di essere, lui e il direttore artistico Mazzi, "schiavi delle major discografiche".

ECCO IL MESSAGGIO SU FACEBOOK - "Caro Gianni Morandi, sei proprio un ignorante di musica dei giorni nostri,sei rimasto alla Fisarmonica e adesso sei il capo delle giurie che scelgono i giovani per San Remo. Avete fatto tu e la Rai questa porcata di San Remo Social, per dare una possibilità agli ascoltatori del web (che stanno diventando fondamentali per il futuro della musica) di esprimersi con un voto verso le canzoni preferite. Bene le canzoni più votate dal web non sono state prese. Bella presa per il culo non pensi ? Non credi che facendo così non fai che alimentare il sospetto che sia già tutto stabilito ? Siete schiavi delle majors della discografia. Perché non lo ammetti ? E' già tutto stabilito e voi prendete per il culo centinaia di ragazzi che scrivono molto meglio della vostra musica da buttare. In migliaia hanno speso soldi per farsi i video clip, per iscriversi alle accademie , arrivi tu e prendi i più scarsi. Morandi, ma vattene a fanculo va. Il tuo ex amico Enzo Iacchetti".

NOMI SUL PALCO -
Polemiche a parte, ecco i cantanti in gara. Alcuni dei nomi erano già in circolazione da qualche giorno, sul web e su alcuni settimanali. Poi però ci sono anche i nomi degli artisti stranieri insieme ai quali si esibiranno. E qui va spiegato che oltre a partecipare con una canzone nuova - come sempre - i cantanti porteranno in gara anche un brano già conosciuto, scelto fra quelli più celebri della musica italiana, che siano conosciuti nel mondo anche in altre lingue. E la canzone sarà eseguita dall'artista in gara in coppia con un ospite straniero nella serata-tributo dal titolo "Viva l'Italia!" in programma giovedì 16 febbraio.

Ed ecco allora Nina Zilli che partecipa con "Per sempre" e si esibisce in coppia con Skye dei Morcheeba con "Never never never"; Samuele Bersani che presenta "Un pallone" e canta "My Sweet Romagna" con Goran Bregovic. E ancora:  Dolcenera con "Ci vediamo a casa" (e con Professor Green in "My Life is Mine"), Pierdavide Carone e Lucio Dalla con Nanì (e in "Anema e core" con Mads Langer), Irene Fornaciari con "Il mio grande mistero" e con "I (Who Have Nothing)" insieme a Brian May, Matia Bazar con "Sei tu" (e in "Speak Softly Love" con Al Jarreau), Noemi con "Sono solo parole" (e in "To feel in love" con Sarah Jane Morris), Francesco Renga con "La tua bellezza" (e in "El mundo" con Sergio Dalma), Arisa con "La notte" (e in "Que serà" con Josè Feliciano), Emma Marrone con "Non è l'inferno" ( e in "If paradise is half as nice" con Gary Go).

La lista si completa con Chiara Civello che canterà "Al posto del mondo" (ed eseguirà "You dont' have to say you love me" con Shaggy), Gigi D'Alessio e Loredana Bertè con "Respirare" (e in "Auf der welt" con Nina Hagen), Eugenio Finardi con "E tu lo chiami Dio" (e in "Surrender" con Noa); Marlene Kuntz con "Canzone per un figlio" (e in "The World Become the World" con Patti Smith).

L'idea, già sperimentata in passato benché in forme leggermente diverse, garantisce anche la presenza di aertisti internazionali di un certo appeal, anche perché al momento l'unico superospite confermato è, come si diceva, Adriano Celentano. "Potrebbe arrivare anche Stevie Wonder", annuncia Giletti nel corso del programma, ma i responsabili del festival non confermano né smentiscono. Confermate, invece, le due bellone di turno, la figlia del patron della Formula Uno Tamara Ecclestone e la modella ceca Ivana Mrazova, che affiancheranno Gianni Morandi (con Rocco Papaleo) per tutte le cinque serate.

Commenta Stampa
di Davide Gambardella
Riproduzione riservata ©