Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Parte ad Emergency, parte a poveri di 7 grandi città

Sanremo: il compenso di Celentano sarà dato in beneficienza


Sanremo: il compenso di Celentano sarà dato in beneficienza
31/01/2012, 14:01

SANREMO (IMPERIA) - Conferenza stampa oggi per presentare il festival di Sanremo, con il conduttore Gianni Morandi, il direttore di Rai Uno Mauro Mazza ed altri del team che gestirà il fstival. Ed ovviamente al centro delle domande dei giornalisti soprattutto i compensi previsti per la presenza di Adriano Celentano, date le polemiche create dalle cifre del cachet, da molti giudicati esagerati. Ma Mazza ha spiegato la situazione: tutto il cachet andrà in beneficienza.
Con un sistema assai complicato, a dire il vero, anche perchè non si sa quanto Celentano prenderà, perchè non si sa a quante puntate parteciperà. Se dovesse partecipare ad una sola puntata, il Molleggiato prenderà 350 mila euro, che verranno così divisi: 100 mila euro ad Emergency e 250 mila euro divisi tra 13 famiglie che gli sono stati segnalate da 7 sindaci di grandi città (Napoli, Milano, Verona, Firenze, Roma, Bari e Cagliari) e che Celentano ha già contattato. Se dovesse partecipare a 2 puntate, prenderà 700 mila euro, che verranno così divisi: 200 mila euro ad Emergency e 500 mila euro divisi tra 25 famiglie. Se dovesse partecipare a più di due puntate, il compenso salirà a 750 mila euro e quindi ci saranno somme per altre due famiglie. L'elenco dei beneficiari verrà consegnato ad un notaio e la consegna del denaro avverrà davanti ad una persona di fiducia scelta da Celentano (probabilmente sarà Claudia Mori).
In questa maniera dovrebbe essere dato un taglio al can can che è stato fatto, per la scelta del Festival di avere come ospite Adriano Celentano, che manca dalla Tv dal 2007, quando fece Rockpolitik

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©