Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Assessore Castaldo: garantiamo le pari opportunità

Sant’Anastasia, convegno delle donne (CPO) per le donne: “ripariamoci dalla violenza”


Sant’Anastasia, convegno delle donne (CPO) per le donne: “ripariamoci dalla violenza”
29/11/2010, 15:11

Se un simbolo può valere a gridare il “no” alla violenza sulle donne, allora l’ombrello argenteo con la scritta “Ripariamoci dalla violenza”, che domani sarà distribuito alle donne nel corso di un convegno, sintetizza e veicola il pensiero della Commissione per le Pari Opportunità di Sant’Anastasia. L’appuntamento è alle ore 17,30 del 30.11.2010 in Sala Consiliare per “dire un NO deciso e corale alla violenza sulle Donne”. Bisogna esserci! Con questa ultima esortazione il manifesto murale che annuncia l’evento invita tutta la cittadinanza a partecipare al convegno che vedrà la partecipazione di Pina Buonocore, sorella di Teresa, vittima della violenza. Il convegno di Sant’Anastasia, che ha avuto il patrocinio dell’ANCI, della Giunta della Regione Campania e del Ministero per le Pari Opportunità, chiude una settimana di momenti di riflessione, di cui due sono stati tenuti a cura della CRPO regione campania il 23 novembre a Napoli, al Liceo classico Gianbattista Vico e al Teatro Tasso a Sorrento il 25 novembre scorso. A Sant’Anastasia, domani sera, parteciperanno al dibattito: Marianna Pirozzi e Rosa Russo, vice-presidenti della CRPO Campania, insieme alla componente Serena Lovero; Nino Daniele, Presidente Anci Campania; Fiorella Bilancio, Presidente Coordinamento Amministratrici Locali Anci Campania; Maria Masi, Presidente Ordine Avvocati di Nola; Maria Albrizio, sociologa Università Federico II; Carmen Crivella, psicologa – giudice onorario del Tribunale Minorenni di Napoli; Maria Rosaria Celeo, docente Sociologia della Famiglia al Suor Orsola Benincasa. Ad accoglierli con i saluti: Carmine Esposito, sindaco; Ciro Castaldo, assessore alle pari opportunità; Veruska Zucconi, assessore alla cultura; Annarita De Simone, Capogruppo PDL; Giustina Maione, Capogruppo Arcobaleno; Rossella Ciccarelli e Lucia Barra, consigliere comunali. Modera l’incontro la Presidente CPO locale, dott.ssa Francesca Beneduce. Durante il convegno saranno resi noti i risultati dell’”Inchiesta sulle condizioni familiari e sociali delle donne a Sant’Anastasia”, con presentazione a cura della Dott.ssa Daniela Materazzi e del comitato tecnico - scientifico: Francesca Beneduce, Anna Busiello, Rosa Rea, Ermelinda Crocramo, Maria Maione, Daniela Materazzi, Carmen Esposito, Rosa Rea. “Celebriamo con il convegno la giornata mondiale contro la violenza sulle donne e avremo la possibilità di conoscere la storia di Teresa Buonocore e della sua famiglia, attraverso la presenza della sorella Pina, perché – afferma il Sindaco, Carmine Esposito – è importante prendere coscienza da vicino con certe realtà, dinanzi alle quali non si può stare a guardare. Basta con la violenza. Dobbiamo mettere in campo e favorire il dialogo tra famiglia, scuola, enti territoriali, politica e amministrazione per costruire veramente un tessuto sociale che rifugga la violenza sulle donne e tutti gli atti di illegalità”. “Ci ha colpito una tragedia enorme – racconta Pina Buonocore – ha colpito le sue bambine, le mie nipoti. Dopo aver subito una violenza, perdere così la madre è oltremodo devastante. Ma io sono qui per testimoniare e affermare con forza che le donne non debbono avere paura e che, quando c’è una violenza, bisogna denunciare, rivolgersi alle persone giuste per far sì che la voce sia sentita. E’ ciò che avrebbe detto anche Teresa che è stata uccisa, ma spero che ciò non si ripeta mai più per nessuna altra donna”. “Educare al rispetto dell’altro e alla non violenza è un problema che riguarda tutti – aggiunge il Vice Sindaco di Sant’Anastasia Ciro Castaldo – in questi primi mesi di amministrazione mi sono reso conto che sui problemi bisogna esserci, incidere, con una presenza costante, senza mai abbassare la guardia per consegnare alle giovani generazioni un mondo migliore per tutti”. Proprio su questa tematica – riferisce Francesca Beneduce - Presidente della Commissione Pari Opportunità del Comune di Sant’Anastasia – c’è la necessità di agire concretamente sui territori per aggredire il problema. E non a caso abbiamo organizzato molte iniziative a Sant’Anastasia. Inoltre i risultati del questionario che abbiamo distribuito per conoscere le difficoltà sociali che vivono i cittadini e le donne della nostra città, saranno resi noti proprio per continuare a diffondere l’esigenza di un cambiamento e i bisogni delle donne, che sono un asse portante della nostra comunità”. Rosa Russo, Vice Presidente della Commissione regionale, precisa: “Abbiamo scelto le scuole di Napoli e la sala consiliare di Sant’Anastasia per discutere e far riflettere perché occorre essere incisivi nel produrre un cambiamento culturale. Qui c’è un nostro ruolo decisivo perché dobbiamo spendere ogni giorno per cambiare il modo di fare e l’atteggiamento culturale rispetto al diverso e al più debole”.

Commenta Stampa
di redazione
Riproduzione riservata ©