Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Sant'Anastasia, multe e bombolette sequestrate per un carnevale sicuro


Sant'Anastasia, multe e bombolette sequestrate per un carnevale sicuro
08/03/2011, 12:03

La P.M. ha provveduto a sequestrare decine e decine di bombolette spray, elevando contravvenzioni ad alcuni commercianti (4/5) che hanno disatteso l’ordinanza del sindaco, emessa per garantire un periodo di carnevale più sicuro.
Il pattugliamento del territorio, mattina e pomeriggio, ha permesso alla P.M. di individuare i commercianti che esponevano le bombolette spray atte a spruzzare sostanze schiumose, il relativo sequestro e la sanzione amministrativa.
Ma il Comandante P.M., Fabrizio Palladino, seppur soddisfatto, tiene a precisare che domani intensificherà “l’attenzione al territorio, sia per far rispettare l’ordinanza che per evitare il formarsi di piccole band che di solito lanciano farina ed uova alle auto ed ai passanti nelle zone più frequentate e nella periferica via Rosanea. E’
auspicabile che i cittadini si facciano promotori di segnalazioni al Comando, così da permettere alle pattuglie di portarsi tempestivamente nei luoghi ove è in atto l’abuso”.
L’ordinanza del sindaco, infatti, ha vietato e vieta fino a domani 8 marzo 2011, su tutto il territorio comunale, di:
- vendere bombolette spray contenenti schiuma da barba e\\\\o clorofluorocarburi o qualsiasi altra sostanza, che emettano sostanze schiumogene, nonché vendere sostanze pruriginose, fiale puzzolenti o altri oggetti similari che possono comunque arrecare danni o molestie a persone o cose;
- vendere uova, farina, talco o altre sostanze similari ai minori;
- in aree pubbliche, aperte al pubblico o di uso pubblico, fare uso di bombolette spray contenenti schiuma da barba e\\\\o clorofluorocarburi o qualsiasi altra sostanza, che emettano sostanze schiumogene e simili e disporre in essere giochi e/o scherzi consistenti nel getto di uova, farina, talco o di qualunque altro oggetto o materiale o sostanza, così da non arrecare disturbo, disagio e pericolo alle persone ed alla circolazione stradale e di imbrattare e danneggiare i beni pubblici o di privati.
I trasgressori saranno assoggettati alla sanzione amministrativa pecuniaria da € 25,00 a € 500,00, nonché la confisca delle cose che servirono e furono destinate a commettere la violazione.
Qualora si tratti di persona minore la sanzione sarà comminata ai genitori. E’ quello che potrebbe accadere alle band di ragazzini che di solito a carnevale si “divertono” rendendo più che fastidioso il transito in alcune zone del paese.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©