Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Sant’Anastasia, si del sindaco all’assunzione dei vigilini


Sant’Anastasia, si del sindaco all’assunzione dei vigilini
27/12/2010, 10:12

Vince la testardaggine dei sei vigilini che hanno continuato a chiedere all’Ente di essere riassunti a tempo determinato. Vince la politica della coerenza del Presidente del Consiglio, Lello Abete: il consiglio comunale ha approvato all’unanimità dei 15 presenti la delibera di assunzione. Vince la politica del “cittadino prima di tutto”, propria del sindaco Carmine Esposito, che, disponibile ad assumersi la responsabilità dell’atto ha investito maggioranza ed opposizione in una scelta aperta e chiara, seppure presa “a porte chiuse” per salvaguardare la libertà e la moralità di ciascun consigliere di poter decidere come votare, autonomamente e senza pressione alcuna. Il Civico Consesso, sulla base dei chiarimenti chiesti al Ministero dal Segretario Generale, dott.ssa Daniela Vuosi e dall’avv. Antonietta Colantuoni e in virtù delle risposte ottenute, ha indicato all’unanimità cosa vuole la politica: risolvere la vicenda degli Agenti di Polizia Municipale a tempo determinato, come espresso nel suo parere del 19.10.2010 dal Ministero del Lavoro, attraverso la stipula di un accordo collettivo a livello aziendale. Ciò comporta una deroga in toto alla disciplina vigente e relativa alla contrattazione decentrata, mediante una concertazione locale perché consente all’amministrazione, sulla base delle proposte della R.S.U. e delle OO.SS., di raggiungere l’intesa, in maniera libera e svincolata dalla contrattazione collettiva nazionale. Il consiglio ha dato al Sindaco il compito di concertare una intesa presso la Direzione Provinciale del Lavoro, sede di Napoli, con la partecipazione delle OO.SS. territoriali, per l’assunzione dei vigilini part-time al 50% e a tempo determinato non superiore a 6 mesi. I vigilini, invece, dovranno rinunciare al risarcimento di qualsiasi danno connesso e conseguente al rapporto di lavoro a tempo determinato già effettuato e da effettuare presso l’Ente. La vicenda, si ricorderà, è nata anni fa con l’approvazione di una graduatoria di merito da utilizzare per il reclutamento di agenti motociclisti di Polizia Municipale, da assumere a tempo determinato al fine di garantire gli elevati standard di efficienza del servizio in un comune a vocazione turistica come il nostro, nonchè per fronteggiare i diffusi fenomeni di microcriminalità che si verificano sul territorio. Una graduatoria utilizzata più volte, che ha permesso in sostanza a cinque (su sei) vigilini di lavorare con contratti vari per circa 38 mesi. Dopo questa prossima assunzione per sei mesi, la speranza dei vigilini sarà tutta nel concorso da espletarsi. “Abbiamo fatto la cosa più giusta e democratica – affermano il sindaco, Carmine Esposito e il Presidente del consiglio, Lello Abete – per cui non possiamo che essere soddisfatti”.

Commenta Stampa
di redazione
Riproduzione riservata ©