Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

In poche ore sono 2200 i commenti su Facebook e Twitter

Santanché difende Spaccarotella e scoppia la polemica sul web

Sandri: "Forse per lei la legge non è uguale per tutti"

Santanché difende Spaccarotella e scoppia la polemica sul web
15/02/2012, 17:02

Da qualche tempo non faceva gaffe l’ex sottosegretario Daniela Santanché. Oggi è scoppiata, non ha saputo resistere dal commentare la condanna della Cassazione nei confronti di Luigi Spaccarotella a 9 anni e 4 mesi di carcere per l’omicidio di Gabriele Sandri. “Gli uomini delle forze dell’ordine anche se sbagliano non sono mai assassini” è il messaggio che Daniela Santanché lancia su Twitter e Facebook. La parlamentare del Pdl non fa riferimento all’agente della Polstrada Spaccarotella, ma è evidente a tutti l’allusione. Infatti in meno di 4 ore la bacheca Facebook e il profilo Twitter della Santanché vengono invasi da 2200 commenti, quasi tutti negativi. Ben 166 persone hanno cliccato ‘mi piace’ sul post. “Vergognati”, “Vorrei vedere fosse successo a tuo figlio” sono le frasi più soft rivolte a Daniela Santanché. Molti commenti concludono con “Giustizia per Gabriele”, qualcuno avverte la parlamentare “ricordiamocelo alle prossime elezioni” oppure “un poliziotto che sbaglia deve pagare, come voi politici”. Una delle poche frasi a sostegno della parlamentare Pdl recita: “Cara Daniela, tutti hanno capito il senso della tua frase, ma vogliono strumentalizzarla”.
Anche Giorgio, il padre di Gabriele Sandri, ha replicato alla parlamentare. Intervistato da Sky Tg24, ha detto: “Devo pensare che per la Santanché la legge non è uguale per tutti. Mi dispiace perché noi abbiamo sempre cercato di mandare messaggi diversi, abbiamo affrontato questo processo combattendo contro un individuo che si è macchiato di un delitto e di un gesto scellerato, non certo contro le istituzioni e tanto meno contro la polizia. Ho sempre detto e ancora oggi voglio ricordare che le prime persone a spendere parole per Gabriele e per noi sono stati il capo della polizia e il capo dello Stato”.

Commenta Stampa
di Emanuele De Lucia
Riproduzione riservata ©