Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Identificati 16 ragazzi

Santanchè insultata sotto casa

I giovani le hanno dato della "fascista"

Santanchè insultata sotto casa
20/10/2013, 10:05

MILANO - L’onorevole del Pdl Daniela Santanchè la scorsa notte ha denunciato alla polizia di essere stata insultata da un gruppo di trenta o quaranta giovani che, fermatisi sotto casa sua, nei pressi di largo Settimio Severo a Milano, hanno gridato slogan offensivi contro di lei. La Santanchè, che si trovava con il suo compagno Alessandro Sallusti, ha riferito agli agenti che nel gruppo c’era anche un ragazzo armato di coltello. Sedici di questi giovani, tutti di età compresa fra i 17 e 18 anni, sono stati identificati dalla polizia, immediatamente giunta sul posto, ma nessuno di loro corrispondeva alla descrizione del presunto ragazzo armato di coltello.

Tutti incensurati e di buona famiglia, i ragazzi erano di ritorno da un festa di compleanno e hanno dichiarato che si è trattato di un’azione goliardica e che la parola “fascista” – l’insulto rivolto alla Santanchè – non è un’offesa. Gli agenti che si sono recati sul posto, più tardi, hanno controllato sotto le auto parcheggiate nei pressi dell’abitazione della Santanchè e dentro i cestini della spazzatura e hanno trovato una chiave inglese all’interno di una delle fioriere comunali. Probabilmente il coltello di cui parlava la Santanchè era, in realtà, una chiave inglese.

Il vicepremier e ministro dell’Interno Angelino Alfano ha espresso la sua solidarietà alla deputata del Pdl. Alfano ha commentato: “Insulti e violenza non sono mai ammissibili per esprimere alcunché. Sono a maggior ragione inaccettabili quando rivolti a una donna e a una parlamentare della nostra Repubblica. Esprimo piena solidarietà e vicinanza alla Santanchè e confido che tutti, al di là di appartenenze politiche diverse, prendano le distanze da episodi così gravi e intollerabili”.

Commenta Stampa
di Vanessa Ioannou
Riproduzione riservata ©