Cronaca / Nera

Commenta Stampa

Sant’Antimo, 2 arresti per rapina aggravata e sequestro di persona


Sant’Antimo, 2 arresti per rapina aggravata e sequestro di persona
07/06/2010, 16:06

SANT’ANTIMO - Aggrediscono a schiaffi e pugni un impiegato fermo nel traffico sulla sua auto e gli portano via il mezzo costringendolo a rimanere a bordo ma vengono ritracciati grazie al sistema di allarme satellitare.
Questo e’ quanto accaduto questa notte a sant’antimo, quando nel corso di un servizio per il controllo del territorio i carabinieri della locale tenenza hanno tratto in arresto per rapina, lesioni e sequestro di persona Ranucci Stefano, 28 anni, residente in via Lambrakis, già noto alle forze dell’ordine (attualmente sottoposto all’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria e ritenuto affiliato all'omonimo clan camorristico operante a sant'antimo e zone limitrofe) e D’Antonio Pasquale, 19 anni, residente in via verde, già noto alle forze dell’ordine.
Il Ranucci si e’ avvicinato ad un impiegato 26enne di Afragola incolonnato nel traffico di via Roma a bordo della sua Audi a3 e lo ha aggredito a schiaffi e pugni costringendolo a scendere dal mezzo. poi, con l'aiuto di d’antonio, ha costretto la vittima a sedere sul sedile passeggero e, mettendosi alla guida dell'auto rapinata, si e’ allontanato.
I 3 sono stati rintracciati sul Corso Italia dai militari dell’arma grazie alle indicazioni fornite in tempo reale dalla centrale della società del sistema antirapina satellitare installato sul veicolo: dopo breve ma difficoltoso inseguimento i cc sono riusciti a bloccare l’auto in via Amendola liberando la vittima che e’ stata fatta visitare all'ospedale di Aversa (ce) per “contusioni alla regione zigomatica e periorbitale sx” guaribili in 5 giorni.
L’autovettura e’ stata restituita al proprietario. gli arrestati sono stati tradotti nella casa circondariale di Poggioreale.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©