Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Sant'Antimo, inaugurato il “Presidio della legalità”


Sant'Antimo, inaugurato il “Presidio della legalità”
29/05/2010, 14:05

SAN'ANTIMO (NAPOLI) - Nella giornata di giovedì 27 maggio è stato inaugurato presso l’Istituto Comprensivo di Sant’ Antimo, il Presidio della Legalità, nato dall’omonimo progetto patrocinato dalla Provincia di Napoli. L’ istituto diretto dalla dirigente scolastica, la prof.ssa Carmela Mascolo, porta avanti progetti in collaborazione con L’Arma dei Carabinieri, per infondere con fatica ed impegno nei giovani studenti la cultura della legalità.
La dirigente insieme al corpo docente agiscono ed operano nell’area a rischio e periferica di Sant’Antimo per prevenire il disagio e lo svantaggio socio –culturale presente in quella fetta di territorio.
La giornata si è svolta in compagnia di ospiti di eccezione: il Procuratore della repubblica Giovan Domenico Lepore, il generale di Divisione dell’Arma dei Carabinieri Franco Mottola, il Colonnello del nucleo di Castello di Cisterna Antonio Jannece il presidente della Provincia di Napoli , On. Luigi Cesaro, il sindaco francesco Piemonte, l’assessore pubblica istruzione, Maria Di Donato; l’assessore alle politiche sociali Luigi Di Lorenzo, il Circolo delle forze armate, l’associazione nazionale dei Carabinieri di Sant’Antimo, e tutte le realtà associative presenti sul territorio.
Il Progetto è stato implementato con lo studio delle principali caserme di Napoli quali la Caserma Vittoria, la caserma Salvo D’acquisto, la caserma Zanzur; oltresì con la storia militare e la riproduzione di tutti i simboli dell’arma su pannelli di legno, nonché delle frasi celebri sulla legalità e sulla giustizia .
Durante la manifestazione sono state musicate la virgo fidelis, l’inno nazionale, l’inno agli eroi e sono state recitate poesie sull’arma.
Accanto alla biblioteca Salvo D’acquisto, è stata inaugurata e benedetta l’aula del “Presidio della Legalità” con la mostra permanente dei lavori eseguiti dai giovani studenti.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©