Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Santori (La Destra): “Quadrante che paga antropizzazione con mancati servizi”


Santori (La Destra): “Quadrante che paga antropizzazione con mancati servizi”
15/04/2013, 16:40

“Difficile è spiegare a più di cento famiglie che risiedono tra Piana del Sole, Muratella e Ponte Galeria il fatto che siano rimasti esclusi i loro bimbi dalle graduatorie della scuola materna. Molti genitori si apprestano nelle prossime ore a manifestare la propria delusione nei confronti delle Istituzioni e, anche da parte nostra, non può che esserci disappunto per progetti di urbanizzazione concretizzati senza servizi mirati alla cittadinanza. L’intero quadrante della Valle Galeria è uno degli esempi più lampanti che abbiamo su Roma e oggi paghiamo il fatto che le nostre denunce in merito a tale contesto non siano state nel tempo ascoltate”, così dichiara in una nota Augusto Santori, Capogruppo de La Destra in Municipio XV, denunciando le diverse segnalazioni provenienti dalle famiglie della Valle Galeria in conseguenza della pubblicazione delle graduatorie provvisorie delle Scuole per l’Infanzia del Municipio XV.

“Da una parte c’è stato un centrosinistra che nel tempo non ha mai manifestato la reale volontà di venire incontro alle famiglie, partendo dalle necessità elementari che queste da sempre hanno manifestato e cioè un posto per i loro figli nelle scuole, asili nido o scuole materne che siano. Dall’altra non possiamo non evidenziare anche le occasioni perse dall’attuale Giunta comunale che di più poteva e doveva fare per le periferie di questa città. Come Destra abbiamo proposto nelle scorse ore il Quoziente Italia, ossia la variazione dei criteri di definizione delle graduatorie, in grado di garantire preferenza ai romani prima degli stranieri nell’usufruire dei servizi pubblici”, prosegue Santori.

“Non possiamo permettere ancora situazioni di questo genere e il Quoziente Italia può essere una soluzione percorribile per evitare che certi contesti sfocino nella rabbia e nell’intolleranza da parte delle famiglie romane. E’ certo che le strutture scolastiche vanno anche costruite e, su questo punto, abbiamo più volte rivendicato il trasferimento di maggiori risorse in periferia: per concludere il Polo dell’Infanzia di Muratella e per rilevare il nido costruito in Via Allievi. Nella Valle Galeria possiamo intervenire ad oggi solo con urgenti convenzioni da stipulare con scuole dell’infanzia private, che sappiano dare una risposta di breve periodo a tante famiglie. In periferia abitano i nuovi romani, spero che su questo assunto sia Alemanno sia l’Assessore alla Scuola De Palo si facciano realmente carico di questo contesto in breve periodo”, conclude Santori.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©