Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Santori: “Uffici anagrafici rischiano collasso”


Santori: “Uffici anagrafici rischiano collasso”
21/04/2011, 14:04

“L’ufficio anagrafico del Municipio XV rischia il collasso perché alle carenze di personale si aggiunge da mesi a questa parte il continuo via vai di rom, extracomunitari e senza fissa dimora che richiedono sulla base di un foglio rilasciato dalla Comunità di Sant’Egidio la residenza presso la sede di questa associazione sita in Via Dandolo”, così dichiara in una nota Augusto Santori, consigliere del PDL del Municipio XV.

“Tale procedura, legale in base a un provvedimento dell’allora Sindaco Rutelli – insiste Santori – sta mettendo in serie difficoltà i nostri uffici e a nostro avviso è necessario provvedere a un serio e accurato monitoraggio di tutti i cittadini che attualmente risiedono in Via Dandolo e di cui si sono completamente perse le tracce. I quasi 15mila residenti di questa sede simbolica in cui si trova una delle mense di Sant’Egiidio, cui comunque riconosciamo spirito di accoglienza e solidarietà, detengono una regolare carta d’identità ma vivono in ben altre parti della città, in particolare all’interno dei campi nomadi, soprattutto di quelli abusivi”.

“Molti cittadini extracomunitari il cui visto è in scadenza – conclude Augusto Santori –decidono poi non di rinnovare la propria carta d’identità con il timbro così come previsto dalle nuove norme ma, su suggerimento di non si sa bene di chi, di rifarla completamente ex novo, oberando ulteriormente gli uffici anagrafici e soprattutto facendo destare più di un sospetto”.

“La situazione è difficile per rom e profughi – conclude Augusto Santori – questa Giunta sta facendo ogni sforzo possibile e servirebbe il contributo di tutti per fare più bella questa città”.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©