Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Evitate le norme "antiparentopoli" del DDL Gelmini

Sapienza: rettore assume il figlio come professore ordinario

Già assunte in passato la figlia e la moglie

Sapienza: rettore assume il figlio come professore ordinario
21/12/2010, 15:12

ROMA - Ancora bufera su Luigi Frati, rettore dell'Università La Sapienza di Roma. "La bravura non ha nome e cognome" è solito dire Frati, ma il 19 dicembre casualmente Giacomo Frati, 36 anni, ha vinto il concorso per professore ordinario nella facoltà di Medicina e Chirurgia della Sapienza. E non è una omonimia, ma semplicemente il figlio. Ha battuto nel concorso altri 25 membri, tutti più anziani di lui (a parte uno). E, altra coincidenza casuale, la nomina arriva proprio pochi giorni prima dell'approvazione del Ddl Gelmini che, tra le poche norme non negative, contiene il divieto di assumere parenti, fino al quarto grado, nella facoltà in cui i professori lavorano.
Naturalmente, non ci sono dubbi sulle qualità del nuovo insegnante. Solo c'è la coincidenza che nella stessa facoltà insegnano anche altre due persone: Paola Frati, figlia di Luigi, laureata in giurisprudenza, insegna Medicina legale; e Luciana Rita Angeletti in Frati, moglie di Luigi, che pur non essendo laureata in medicina, insegna Storia della medicina.
La curiosità è che il rettore Frati, intervistato da Repubblica tre mesi fa, aveva proprio parlato delle parentopoli nelle università, in termini chiari: "La Parentopoli negli atenei esiste ma la mia famiglia non è raccomandata".

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©