Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Leoluca Orlando chiede l'intervento di Maroni

Sapone anti-immigrati, il nuovo prodotto della Lega di Arezzo


Sapone anti-immigrati, il nuovo prodotto della Lega di Arezzo
20/03/2010, 19:03

AREZZO - A sentirla sembra una barzelletta, o una di quelle storie da raccontare un po' alticci in un'osteria. Invece no: militanti della Lega Nord, questa mattina, hanno infatti distribuito del sapone liquido "particolari" nella cittadina di Sansepolcro ed in altri paesi della provincia di Arezzo.
Peculiarità del detergente era il suo utilizzo:"Usatelo per lavarvi le mani dopo aver toccato un immigrato", esortavano fieri i gagliardi leghisti ad ogni confezione distribuita. L'iniziativa ha scatenato la dura reazione del portavoce dell'Idv Leoluca Orlando:"La lega si conferma razzista e xenofoba. Distribuisce sapone anti-immigrati per lavarsi dopo aver toccato gli extracomunitari - ha dichiarato infatti Orlando - E' vergognoso tutto ciò. E' una vera e propria istigazione alla violenza. Noi dell'Italia dei Valori chiediamo l'intervento del ministro Maroni, perché qui si tratta di una vera e prorpia istigazione all'odio razziale"
E chissà cosa ne pensa Silvio Berlusconi; oggi in piazza impegnato a parlare d'amore, rispetto e libertà. Tutti valori che, a suo dire, sarebbero prerogativa esclusiva e lampante del Pdl e dei suoi alleati. A tal riguardo non si è fatta attendere la staffilata di Orlando:"Suggeriamo a Bossi, dato che oggi salirà sul palco di San Giovanni, a Roma, di distribuire ai suoi alleati il sapone perché tutto hanno tranne che le mani pulite". Bossi sul palco c'è salito ma, il riferimento all'indecorosa "campagna" di Arezzo, non c'è stato.
Il sapone anti-immigrato non è piaciuto nemmeno a Alfio Nicotra, capogruppo alla Provincia di Arezzo della Federazione della Sinistra e componente della direzione nazionale di Rifondazione comunista:"Il messaggio che si veicola è devastante : ovvero che esseri umani solo perché stranieri sono considerati alla stregua di 'untori' e portatori di malattie e disgrazie"; osserva Nicotri che poi incalza:"Non avendo alcuna proposta politica per combattere la crisi che colpisce anche le nostre zone e di cui il governo Berlusconi, di cui sono componente portante, è responsabile, i dirigenti leghisti preferiscono distrarre l'opinione pubblica - ha aggiunto Nicotra - con iniziative disgustose e che devono essere condannate senza se e senza ma da tutte le forze politiche".
"Monica Faenzi la candidata del centrodestra che si è apparentata con la Lega Nord non ha niente da dire in proposito? - conclude - Il ministro dell'Interno Maroni che deve applicare la legge che vieta l'apologia e la diffusione del razzismo cosa aspetta ad allertare le forze dell'ordine per porre fine a questa vergogna?".
In effetti, se gli extracomunitari "rubano" il lavoro agli italiani, i leghisti sempre più spesso rubano il lavoro ai comici.

Commenta Stampa
di Germano Milite
Riproduzione riservata ©