Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Inchiesta napoletana: 3 ore di interrogatorio alla showgirl

Sara Tommasi conferma di aver avuto rapporti con Berlusconi

Oltre al Cavaliere anche a letto con La Russa e Del Noce

Sara Tommasi conferma di aver avuto rapporti con Berlusconi
02/06/2011, 10:06

NAPOLI – Silvio Berlusconi e Paolo Berlusconi, ma anche il ministro La Russa e l’ex direttore di Rai Uno, Fabrizio del Noce. La subrettina umbra, Sara Tommasi, interrogata per tre ore dai pm napoletani, ha ammesso le sue frequentazioni con il presidente del Consiglio e altri personaggi influenti del mondo della politica e non solo. L’interrogatorio rientra nell’inchiesta della Procura di Napoli su un presunto giro di prostituzione, organizzato da Vincenzo Seiello, detto “Bartolo”, e Giosuè Amirante, che alla showgirl procuravano gli “ingaggi” giusti con politici ed imprenditori del napoletano.
La Tommasi, che a quanto pare sarebbe stata disposta a fare qualsiasi cosa pur di sfondare nel mondo dello spettacolo, ci tiene a precisare: “Non sono una escort”. Eppure dichiara però di avere avuto rapporti con il premier, con il fratello Paolo e con il ministro della Difesa, Ignazio La Russa: nomi che le aveva suggerito Lele Mora, da molti anni suo agente, come biglietto di ingresso nel mondo dello spettacolo. Nelle trascrizioni delle telefonate intercettate e che fanno parte dell’inchiesta ci sono in effetti conversazioni con gli uomini sopracitati, oltre a 15 sms inviati direttamente a Silvio Berlusconi dai toni molto diversi. Ciò che crea più clamore è la conferma dei suoi rapporti con il premier: il 9 settembre scorso Vincenzo Seiello e Giosuè Amirante, che secondo la Procura “procacciano clienti per prestazioni sessuali a pagamento a opera di Sara Tommasi” avrebbero contattato la ragazza per un appuntamento a pagamento con un imprenditore, ma lei avrebbe detto di avere già un impegno con un’altra persona. Poco dopo sarebbero arrivate due delle auto di scorta del presidente del Consiglio.
Durante l’interrogatorio la showgirl ha rivelato di aver preso parte alla festa organizzata ad Arcore il 25 aprile 2010 per la visita del presidente russo Vladimir Putin, party al quale aveva partecipato anche Karima el Mahroug, ovvero Ruby Rubacuori. Pertanto molto probabilmente il fascicolo verrà trasmesso per competenza agli inquirenti milanesi.

Commenta Stampa
di Antonio Formisano
Riproduzione riservata ©