Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

"Dipendo dal sesso, mi sciolgono qualcosa nei bicchieri"

Sara Tommasi si sfoga:"Non sono una escort, mi drogano"

La starlette accusata di prostituzione si difende a modo suo

Sara Tommasi si sfoga:'Non sono una escort, mi drogano'
09/02/2011, 22:02

NAPOLI - Dopo gli sms inviati al Silvio e Paolo Berlusconi e ad Ignazio La Russa che hanno fatto parlare gli inquirenti di "personalità fragile", Sara Tommasi subisce la perquisizione del proprio appartamento e vede pendere su di sè alcune accuse piuttosto gravi: prostituzione, soldi falsi e legami con la malavita napoletana.
Nell'intervista rilasciata a Novella 2000 l'aspirante attrice si sfoga:"
Il mio problema è un impulso insopprimibile a fare sesso. Ma non sono una prostituta. E' che mi sciolgono la droga nei bicchieri...". Poi una semi confessione:"Certo, se un ministro mi offrisse 15mila euro... ma è solo un'ipotesi" e la frecciata ad una "rivale" che per ora ha avuto garantito l'ingresso dalla porta principale alla politica che conta:"La Minetti pensa solo ai soldi ed è malata di shopping".
Insomma: la candidata mancata del Pdl all'europarlamento non dimostra particolari doti morali o etiche e riesce a mettersi in imbarazzo da sola. Particolarmente simbolico (e delirante) uno degli ultimi messaggi intimidatori inviati al Cavaliere:"riprendi subito Ron (Ronaldinho, ndr) nella tua squadra di m... o ti faccio escludere da Obama dai Grandi del mondo".
Intanto, la procura di Napoli ha messo a verbale alcune chiacchiere telefoniche tra la ragazza, Lele Mora, Fabrizio Corona e
Massimo Giletti,

IL CASO DELLA SCORTA
Secondo quanto si apprende dalle intercettazioni pubblicate dal Messaggero, La Repubblica e Liberonews, sembrerebbe che, almeno in un'occasione, Tommasi sia stata prelevata presso la sua abitazione romana dalla scorta personale di Silvio Berlusconi. Da Palazzo Chigi è arrivata l'immediata e secca smentita ma, a quanto pare, i tabulati telefonici sbugiarderebbero ancora una volta la versione del Premier.

ODOR DI CAMORRA
Ma le accuse più gravi sono collegate all'ipotesi che, la starlet, sia praticamente l'anello di congiunzione tra Lele Mora ed il clan camoristico del Mallardo. Nel torbido giro sarebbero coinvolti anche Fabrizio Corona e Cecilia Rodriguez, la sorella poco nota della famosa show-girl argentina. Su questo filone, però, gli inquirenti mantengono  ancora alto il riserbo.

Commenta Stampa
di Germano Milite
Riproduzione riservata ©
LE ALTRE FOTO.