Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Accusata per avere mostrato immagini di degrado

Sarah Ferguson rischia 22 anni e mezzo di carcere

Inaccetabile che la Turchia voglia accusare Sarah

Sarah Ferguson rischia 22 anni e mezzo di carcere
13/01/2012, 18:01

Sarà probabimente processata Sarah Ferguson, l’ex moglie del principe Andrea , dall’ineguagliabile chioma rossa che qualche hanno fa fece scalpore per aver reso noto, a tutto il mondo, un video che ritraeva i bambini di un orfanotrofio Turco in condizioni di degrado  e miseria.
Quella di Saraha all’epoca fu una missione umanitaria condotta in segreto, con tanto di parrucca nera e microfoni nascosti  ma adesso la sua azione viene vista come violazione della privacy. Nel video dal nome “Duchess and Daughters: Their Secret Mission” si vedevano cinque ragazzini legati ai rispettivi letti e  davano l’idea di essere abbandonati a se stessi.
Dopo quattro anni la Ferguson rischia di finire dietro le sbarre di un aprigione turca per 22 anni. E statat  una corte di Ankara che l’ha accusata  in contumacia di violazione della privacy e chiedendo inoltre  l’aiuto delle autorità inglesi per ottenere gli elementi di prova per perseguire Sarah .
Attualmente non si ha ancora notizia di un qualche processo  ma il portavoce della Ferguson, James Henderson, fa sapere alla stampa che: “ La Duchessa di York ha pienamente cooperato con le autorità turche e inglesi in ogni momento di questa e per il nostro Ministero degli Interni il caso è chiuso, tanto che l’azione delle autorità turche è stata una novità per tutti”.
Una fonte non identificata ma molto vicino a Sarah ha commentato al Daily Mail la vicenda che vede coninvolta la Duchessa: “In ogni altra parte del mondo sarebbero le persone che reggono queste strutture a finire nei e Sarah è rattristata nel constatare che le azioni del governo turco sembrano indirizzate a nascondere una legittima inchiesta giornalistica sulle tremende condizioni in cui versano gli orfanotrofi di quel paese. Del resto, è bene ricordare che quella della Duchessa in Turchia fu una missione esclusivamente umanitaria e non di certo politica, e che le immagini vennero riprese da ITV”.
Appaiono controversie circa il comportamento del governo turco che mentre all’indomani della messa in onda del reportage accusò la Duchessa di York di far parte di una campagna politica volta deliberatamente ad impedire l’ingresso della Turchia nella Ue,l’anno successivo, su ordine delle autorità di Ankara, Scotland Yard inviò una lettera agli avvocati della Ferguson e a due giornalisti della ITV, chiedendo la loro piena collaborazione per far luce sulla vicenda.
Nonostante aa Gran Bretagna abbia  un accordo di estradizione con la Turchia dal 1957, appare improbabile che possa essere applicato nei confronti della Duchessa .Un portavoce dell’Home Office inglese, ha sottolineato  che”un giudice può rifiutare l’estradizione di un sospettato se non c’è un reato equivalente nel diritto inglese” .
 

Commenta Stampa
di Alessia Tritone
Riproduzione riservata ©