Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Coinvolti altri due dipendenti, stato di salute non grave

Saras, gas uccide operaio, proclamate otto ore di sciopero

Aperto un fascicolo per omicidio colposo dalla Procura

Saras, gas uccide operaio, proclamate otto ore di sciopero
12/04/2011, 17:04

CAGLIARI - Un'altra tragedia alla raffineria Saras di Sarroch. Pierpaolo Pulvirenti, 25 anni, è morto dopo essere stato investito da un getto di idrogeno solforato. L'operaio ucciso dal gas è deceduto all'ospedale cagliaritano Santissima Trinità poco prima dell'alba. Un aereo privato è stato messo a disposizione dalla famiglia Moratti, proprietaria della Saras, perchè i parenti di Pierpaolo Pulvirenti potessero raggiungere nel pomeriggio Cagliari da Catania. Le condizioni di salute di Gabriele Serrano tendono invece a migliorare. Serrano, 23 anni, siciliano di Augusta è al momento ricoverato in prognosi riservata all'ospedale Brotzu di Cagliari per un'intossicazione da gas anche se è vigile e non intubato. Tre gli operai coinvolti nell'incidente. Mentre stavano lavorando per effettuare una manutenzione straordinaria, due sono stati colpiti dal gas ed il terzo è precipitato dalla scala per cercare di raggiungerli. Luigi Catania, 42 anni, è ricoverato nell'ospedale Marino del capoluogo sardo per una frattura alla gamba. Le sue condizioni di salute non sono preoccupanti. Aperto un fascicolo per omicidio colposo contro ignoti dalla procura di Cagliari. Quando è stata diffusa la notizia della morte di Pulvirenti, è iniziata la protesta degli operai del primo turno che si sono astenuti dal lavoro. Proclamati otto ore di sciopero dai sindacati di categoria alla raffineria della Saras a Sarroch.

Commenta Stampa
di Claudia Peruggini
Riproduzione riservata ©