Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

SASSARI: VIVEVA IN LUSSUOSA VILLA ASSEGNATARIA DI CASA POPOLARE


SASSARI: VIVEVA IN LUSSUOSA VILLA ASSEGNATARIA DI CASA POPOLARE
09/07/2008, 15:07

Assegnataria di casa popolare a Sassari, ma viveva in villa. E che villa. 250 metri quadri in aperta campagna. Una lussuosa abitazione costruita nel 1991 - tre piani, con verande, terrazzi e piscina immersa in un giardino di 2500 mq -, ma completamente abusiva. A scoprirlo, e a scoprirla, sono stati gli agenti della Polizia Municipale di Sassari, che al termine di una complessa indagine hanno denunciato una donna di 52 anni per truffa aggravata e falso ideologico in atto pubblico.

Un raggiro orchestrato nei minimi dettagli: un timer installato in cucina faceva accendere e spegnere la luce ad orari prestabiliti, così da far credere che l’alloggio popolare fosse abitato. Paradossale la scoperta della vicenda. Alla donna, dipendente di un'impresa di pulizie, i vigili urbani sono arrivati quasi per caso.  Il 18 giugno scorso era stata la stessa indagata a recarsi al comando per segnalare che la sua casa, nel quartiere di Monte Rosello, era stata occupata da due giovani donne, una delle quali incinta. Sorprese dagli agenti, le occupanti avevano raccontato di aver preso possesso dell'appartamento perché era sempre vuoto. In effetti - è stato poi accertato dalle indagini coordinate dalle Procura di Sassari - la donna era subentrata come intestataria della casa nel 2005 al momento della morte della madre.

L'operazione, ribattezzata "Acchiappa fantasmi", ha impegnato gli investigatori con pedinamenti, fotografie e filmati dell'indagata, ma anche con verifiche incrociate in Comune, al catasto e sui consumi elettrici.

Commenta Stampa
di Giulio d'Andrea
Riproduzione riservata ©