Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Saviano, spara in testa al vicino durante lite per parcheggio


Saviano, spara in testa al vicino durante lite per parcheggio
27/04/2012, 08:04

Alle 15.00 circa di ieri i carabinieri della compagnia di nola sono intervenuti al pronto soccorso del locale ospedale dove poco prima era giunto un incensurato 61enne di saviano,  insegnante in pensione, gravemente ferito da un colpo di fucile alla testa (i medici gli hanno riscontrato numerosi fori da pallini di cartuccia da caccia nella zona occipitale e laterale sinistra).
A causa delle gravi condizioni la vittima e’ stata trasferita al ii policlinico di napoli dove e’ stata ricoverata in prognosi riservata nel reparto rianimazione.
durante le indagini avviate dal nucleo operativo e radiomobile di nola e dalla stazione di saviano e’ stato innanzi tutto stabilito che notaro era stato attinto da un colpo di fucile da caccia sparato a distanza ravvicinata mentre la vittima si trovava nei pressi del portone della sua casa al corso umberto i di saviano: sull’asfalto antistante il portone sono state trovate tracce di sangue (in parte lavate dai vicini) ed e’ stato constatato che la cassetta postale installata vicino al portone era stata colpita da alcuni pallini.
Dai primi accertamenti e’ risultato che che un vicino della vittima  irreperibile nell’immediatezza, era autorizzato a detenere a casa 3 fucili da caccia e una pistola e che l’uomo in passato aveva avuto contrasti con l'insegnante per motivi di vicinato (l’installazione ad opera del 60enne  di paletti di ferro per impedire il parcheggio di auto nel viale comune alle abitazioni dei 2 e che a dire dell'uomo gli causavano problemi nelle manovre con la sua vettura).
durante le sue ricerche l’uomo e’ stato individuato nei pressi della caserma di saviano venendo bloccato: ha detto che stava andando a consegnarsi spontaneamente.
A.D.M. 60enne, del luogo, incensurato, operaio in pensione, e’ stato interrogato negli uffici della stazione carabinieri di saviano dal magistrato di turno ed ha ammesso la sua responsabilità, confermando la ricostruzione dei militari dell’arma.
l’uomo e’ stato sottoposto a fermo del pm per tentato omicidio pluriaggravato. l’arma usata, un fucile da caccia calibro 12 tra le armi regolarmente detenute  e’ stato rinvenuto in un ripostiglio dell’abitazione dell’aggressore ed e’ stata sequestrata.

Commenta Stampa
di Fabio Iacolare
Riproduzione riservata ©