Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Savina Caylyn, CGIL Napoli: “Finalmente Liberi”


Savina Caylyn, CGIL Napoli: “Finalmente Liberi”
23/12/2011, 11:12

La Camera del Lavoro di Napoli gioisce insieme alle famiglie dei marinai della Savina Caylyn che dopo dieci mesi di prigionia possono riabbracciare i propri cari.

La Cgil di Napoli in occasione dello Sciopero Generale del 6 settembre contro l’ennesima manovra del Governo Berlusconi, che vedeva forti tagli agli Enti locali ed ai Lavoratori dipendenti e pensionati, scelse in accordo con i familiari dei prigionieri, di aprire il corteo con lo striscione dedicato alla liberazione dei marinai in ostaggio dei pirati.

La Cgil da sempre impegnata per la sicurezza sui posti di lavoro non poteva sottacere ad un attacco così violento verso dei Lavoratori del settore marittimo. Lavoratori che hanno subito violenze e maltrattamenti hanno ora bisogno di un’adeguata assistenza che li possa ricondurre ad una vita normale.

Il sostegno della Cgil è completo, ma nello stesso tempo il nostro auspicio è che l’Armatore si faccia carico della delicata condizione dei marittimi liberati affinché possano riprendere il proprio percorso lavorativo nei tempi e nei modi più opportuni.

Tuttavia la Cgil non manca di notare come il fenomeno della pirateria marittima necessiti di una più adeguata politica di contrasto a salvaguardia della sicurezza e dell’incolumità fisica dei Lavoratori del trasporto marittimo.

Camera del lavoro Metropolitana di Napoli

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©