Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Volevano raggiungere la riva per fuggire

Sbarco a Catania: 6 i migranti morti

Facevamo parte di 120 extracomunitari

Sbarco a Catania: 6 i migranti morti
10/08/2013, 10:49

CATANIA - Sono sei i migranti che sono morti a seguito di uno sbarco avvenuto all'alba sulla spiaggia del lungomare Plaia di Catania. Sono annegati mentre tentavano di raggiungere la riva, essendo stati abbandonati dal motopeschereccio su cui erano a bordo, arenatosi a 15 metri dalla riva. I corpi dei giovani, tutti di età inferiore ai 30 anni, sono stati messi in alcune sacche ed è in corso il loro trasferimento nell'obitorio dell'ospedale Garibaldi. Non sapevano nuotare i migranti e sono precipitati in un profondissimo canale pochi metri prima della battigia. Facevano parte di un gruppo di circa 120 extracomunitari, tra cui anche donne e bambini che, secondo gli investigatori, volevano raggiungere la riva per fuggire. Sommozzatori dei vigili del fuoco sono a lavoro in quel tratto e stanno controllando il peschereccio e cercando eventuali altre vittime rimaste sott'acqua. Sul posto sono intervenuti Guardia Costiera, Polizia e Carabinieri, per cercare di ricostruire le dinamiche dell'accaduto e prestare soccorso. Intanto la Procura di Catania ha disposto la semplice ispezione cadaverica. Il titolare del Lido Verde, Dario Monteforte, dove è avvenuto lo sbarco, ha comunicato che lo stabilimento balneare resterà chiuso oggi e domani, spiegando che "noi ci sentiamo di doverlo fare, per motivi umanitari". 

Commenta Stampa
di Francesca Galasso
Riproduzione riservata ©