Cronaca / Nera

Commenta Stampa

Smantellata organizzazione egemone nel narcotraffico

Scacco al clan Belforte, 20 arresti nel Casertano


.

Scacco al clan Belforte, 20 arresti nel Casertano
17/09/2009, 14:09

Una vasta operazione antidroga, condotta dai carabinieri della Compagnia di Santa Maria Capua Vetere, è partita alle prime ore dell’alba nel Casertano. I provvedimenti riguardano 20 persone, accusate di associazione per delinquere finalizzata al traffico internazionale di cocaina, con l’aggravante di aver agevolato il clan Belforte di Marcianise. L’operazione ha consentito di smantellare un gruppo criminale che gestiva l’importazione degli stupefacenti e ne imponeva lo smercio al dettaglio in molti comuni del Casertano, controllati dal clan attraverso una fitta rete di affiliati gerarchicamente ordinati e collegati tra loro. La droga veniva distribuita tra Santa Maria Capua Vetere, Marcianise, Caserta e Comuni limitrofi, territori in cui l’organizzazione era riuscita ad accaparrarsi il monopolio del narcotraffico.
Secondo i carabinieri l’organizzazione riusciva a gestire ogni settimana un traffico di quattro o cinque chili di cocaina proveniente dalla Spagna, che veniva spacciata in alcune zone del Casertano da elementi legati al clan dei Belforte, meglio conosciuto come il clan dei ‘Mazzacane’. La droga, secondo le risultanze investigative, arrivava a Marcianise dove veniva consegnata a tre esponenti di spicco dei Belforte ( tra cui Michele Froncillo, attualmente collaboratore di giustizia ma per lungo tempo uomo di fiducia di Domenico e Salvatore Belforte, i capi della cosca entrambi detenuti). Froncillo provvedeva poi allo smistamento della ‘neve’ ai vari capizona: i fratelli Salvatore ed Antonio Amato di Santa Maria Capua Vetere, i fratelli Bifone di Portico ed i fratelli Rivetti di Caserta.
Dieci dei destinatari dei provvedimenti restrittivi sono stati arrestati nelle loro abitazioni; le altre dieci ordinanze sono invece state notificate nel carcere di Santa Maria Capua Vetere, dove i destinatari erano già detenuti anche per reati relativi allo spaccio di sostanze stupefacenti.
 

Commenta Stampa
di Nico Falco
Riproduzione riservata ©