Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Il sospetto è di un finanziamento illecito ai partiti

Scajola indagato per l'appartamento con vista Colosseo


Scajola indagato per l'appartamento con vista Colosseo
29/08/2011, 15:08

ROMA - Anche l'ex Ministro per le Attività produttive Claudio Scajola è finito nella lista delle persone indagate, per la vicenda dell'appartamento con vista Colosseo che gli era stato pagato dall'imprenditore Diego Anemone per due terzi. Per ora l'ipotesi accusatoria è di finanziamento illecito ai partiti: cioè quei soldi versati a Scajola in realtà erano diretti al partito, per avere in cambio favori o altre utilità.
Da quanto si è saputo, l'indagine è scattata dopo che la Procura di Roma ha preso visione degli atti provenienti dalla Procura di Perugia, che sta indagando anche su Anemone. Ma l'indagine non riguarda solo l'ex ministro: sotto indagine ci sono anche molte altre voci della cosiddetta "lista Anemone". Quest'ultimo è una sorta di elenco, trovato in uno dei computer del commercialista dell'imprenditore, in cui venivano elencati i nomi di vari personaggi, più o meno famosi ma legati quasi sempre alla politica, e accanto ad ognuno un elenco dei "favori" fatti: acquisto di beni, ristrutturazioni, ecc.

Commenta Stampa
di Antonio Rispoli
Riproduzione riservata ©