Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Scambio di persona all'esame: due denunciati a Bologna


Scambio di persona all'esame: due denunciati a Bologna
04/06/2011, 14:06

Un altro scambio di persona per sostenere un esame di inglese al Cilta, il centro di linguistica dell'Università di Bologna, è stato scoperto dalla polizia, che ha denunciato due studenti. Solo pochi giorni fa, anche due studentesse erano finite nei guai per lo stesso motivo. I protagonisti questa volta sono un ventiduenne di Crotone e un salernitano di 20 anni: quest'ultimo si è presentato ieri pomeriggio nella sede di via Filippo Re dell'istituto per sostenere un esame di inglese al posto dell'amico, sostituendo la foto sulla carta d'identità che ha presentato ai professori. Nel computer che utilizzava per la prova ha inserito il numero di matricola del crotonese, ma anziché il nome dell'amico ha indicato le proprie generalità. Il programma ha segnalato un errore e uno dei tutor si è insospettito decidendo, forse anche alla luce dell'episodio di qualche giorno fa, di chiamare il 113. Di fronte ai poliziotti, i due studenti hanno confessato di avere organizzato la messinscena: il ventenne, più preparato in inglese, sperava in questo modo di fare andare bene l'esame dell'amico. Entrambi sono stati denunciati per truffa e contraffazione di documenti, il salernitano anche per sostituzione di persona. A quanto sembra, il 'giochetto' era stato fatto in amicizia. Martedì scorso la polizia aveva denunciato due studentesse fuorisede dell'ateneo bolognese, una ventunenne croata e una ventitreenne di Agrigento, che sempre al Cilta avevano utilizzato lo stesso trucco: in quel caso però, la siciliana aveva pagato 50 euro la compagna perché sostenesse l'esame al posto suo.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©