Cronaca / Cronaca

Commenta Stampa

Rinviati a giudizio Paolo Gabriele e Claudio Sciarpelletti

Scandalo in Vaticano, in “scena” anche un informatico

Perquisite le abitazioni dell'ex maggiordomo

Scandalo in Vaticano, in “scena” anche un informatico
13/08/2012, 13:33

ROMA - Nello scandalo del Vaticano entra in scena anche un analista programmatore della segreteria vaticana, Claudio Sciarpelletti. L’informatico è stato  rinviato   a giudizio  insieme all'ex maggiordomo del Papa, Paolo Gabriele.

La sentenza di rinvio a giudizio rappresenta una "chiusura parziale" dell'istruttoria su Vatileaks. Lo precisa il giudice istruttore Piero Bonnet nella sentenza con la quale rinvia a giudizio il maggiordomo infedele e l'informatico della  Santa sede

Nella sentenza e nella requisitoria del promotore di giustizia Nicola Piccardi compaiono altri personaggi che potrebbero essere inquisiti in seguito, ma i due magistrati li indicano con semplici sigle.

Nel frattempo Paolo Gabriele e' stato sottoposto a perizia psichiatrica ed e' stato dichiarato imputabile, così afferma la sentenza di Bonnet, resa nota oggi.

A casa di Paolo Gabriele in Vaticano sono stati ritrovati insieme ai documenti anche un assegno di 100mila euro destinato al Pontefice e una copia preziosa dell'Eneide. Inoltre un dossier di 37 altri documenti e' stato ritrovato nell'abitazione in uso a Paolo Gabriele a Castel Gandolfo.

Commenta Stampa
di Rosario Scavetta
Riproduzione riservata ©